domenica, Marzo 7, 2021
Home > Marche > A Natale è boom di visite nei musei civici di Recanati

A Natale è boom di visite nei musei civici di Recanati

Un Natale, quello a Recanati, nel nome di Giacomo Leopardi. Per le festività appena concluse i musei della città hanno fatto il pieno di visitatori, confermando il trend degli ultimi mesi. Dal giorno dell’inaugurazione, lo scorso 20 dicembre, fino al 6 gennaio sono stati 1.200 i visitatori che hanno percorso le sale di Villa Colloredo Mels e visitato la prima tranche degli eventi di “Infinito Leopardi”, i festeggiamenti in occasione dei 200 anni dal componimento della celebre poesia. Nel periodo natalizio è stato stimato, inoltre, un movimento turistico nei musei civici e nel centro di informazioni turistiche di Recanati di oltre 3.300 visitatori.

Nel 2018 si registra un incremento del 24 %di visitatori compresi nel periodo giugno – dicembre rispetto all’anno precedente, con quasi 69mila presenze tra transiti nel circuito culturale, nell’ufficio di informazioni turistiche e biglietti staccati. Numeri che mostrano come il 2018 si sia chiuso con un incremento di visite alle strutture museali cittadine, ravvivando Recanati e confermandola come meta culturale e luogo dove trascorrere le festività di Natale. In totale, sono state vendute 2.100 Recanati Card, le agevolazioni nei musei e gli sconti riservati ai recanatesi al costo di 3 euro all’anno.

Moltissimi i turisti provenienti da tutta Italia, in particolar modo dal nord, che hanno scelto la bella città marchigiana come meta dove trascorrere le vacanze di Natale per ammirare il manoscritto de L’Infinito di Leopardi che fa parte della sezione di mostra “Infinità/Immensità” a cura di Laura Melosi e Lorenzo Abbate e la sezione “Mario Giacomelli. Giacomo Leopardi, L’Infinito, A Silvia”. Grazie al biglietto unico in molti non si sono lasciati sfuggire la possibilità di visitare il circuito dei musei cittadini composta dal museo Beniamino Gigli, la Torre Civica, il museo dell’emigrazione Marchigiana. Arte, poesia e musica in un unico museo diffuso da percorrere e scoprire.

Soddisfazione dall’Amministrazione comunale e dalla Società Sistema Museo, che gestisce il circuito dei musei civici, per la buona affluenza alla mostra a Villa Colloredo Mels e che conferma Recanati come destinazione di turismo culturale anche nel periodo delle festività natalizie. “Per affermare definitivamente Recanati come capitale della cultura – ha riferito il primo cittadino Francesco Fiordomo – abbiamo puntato sulla qualità, sull’accoglienza e sulla professionalità. Stiamo mettendo in atto un percorso culturale di grande qualità. I numeri confermano come i visitatori apprezzino questa strategia. L’avvio del Bicentenario non poteva essere più positivo e incoraggiante. E siamo solo all’inizio!”.

“Sono molto soddisfatta della crescita turistica della nostra città – ha commentato i dati positivi l’assessore a Cultura e Turismo Rita Soccio – . Un incremento ottenuto grazie al costante e quotidiano lavoro di questi ultimi anni, anche in team con partner esterni. I numeri dei visitatori in costante aumento, ci danno ragione sulle scelte strategiche fatte che hanno puntato su Recanati come città della cultura, e con le Celebrazioni dei 200 anni de L’Infinito insieme al Comitato Nazionale, ci apprestiamo a vivere un 2019 con Recanati protagonista della Cultura regionale e nazionale”.

Le celebrazioni continuano dal 30 giugno al 3 novembre con due mostre che ruotano intorno all’espressione dell’infinito nell’arte, “Infiniti” a cura di Emanuela Angiuli e “Finito, Non Finito, Infinito” a cura di Marcello Smarrelli, per un percorso sensazionale dall’epoca romantica a oggi. “Infinito Leopardi” è un progetto promosso dal Comitato Nazionale per le celebrazioni del bicentenario de L’Infinito di Giacomo Leopardi, istituito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MIBAC), con la partecipazione di Regione Marche, Comune di Recanati, Centro Nazionale Studi Leopardiani, Casa Leopardi, Centro Mondiale della Poesia e della Cultura e Università degli Studi di Macerata.  I prossimi appuntamenti da non perdere? Ogni sabato, alle 17, visite guidate alla mostra “Infinito Leopardi”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *