domenica, Gennaio 24, 2021
Home > Abruzzo > Un patto per le donne: proposto dalla Cpo della Regione Abruzzo ai candidati Presidenti

Un patto per le donne: proposto dalla Cpo della Regione Abruzzo ai candidati Presidenti

Teramo – La Commissione pari opportunità della Regione Abruzzo, lunedì mattina a Pescara, ha proposto ai candidati Presidenti della Regione un “Patto per le donne” che è stato sottoscritto da tutti e quattro i candidati: Marco Marsilio, Sara Marcozzi, Giovanni Legnini e Stefano Flajani.

Il lavoro è frutto della collaborazione con le associazioni di categoria e le CPO territoriali; anche quella della Provincia, ha fornito il suo contributo con un una proposta sugli “Orari flessibili e compatibili con gli impegni familiari per le donne impegnate in politica”.
In rappresentanza della Provincia la consigliera delegata alle Pari Opportunità, Ambra Foracappa e Marilena Adreani (CPO Provincia e presidentessa della CPO del Comune di Giulianova).
Il Patto
Il “Patto per le donne” si propone di contribuire a superare le criticità ricercando e producendo nuove soluzioni e valorizzando le buone pratiche esistenti in un’ottica di trasformazione culturale e attraverso la creazione di una nuova rete comunitaria mutualistica e solidale in grado di accogliere le istanze concrete delle donne.

Questo ambizioso progetto di “RETE” potrà divenire per il futuro una piattaforma working in progress, raccogliendo le istanze di tutte le categorie di associazioni e organismi che si occupano a vario titolo di politiche di genere, e divenire quindi uno strumento strutturato ed utilizzabile come apporto di idee a supporto dell’amministrazione regionale.

L’idea, mutuata dagli Stati Generali delle Donne, movimento che in Abruzzo è rappresentato da Rosaria Nelli e a livello Nazionale da Isa Maggi , ha trovato con questo Documento, presentato a TUTTI i candidati alla carica di Presidente di Regione alle prossime elezioni regionali in Abruzzo (10 febbraio 2019), la formula adeguata per dare spunti e riflessioni su tematiche e problematiche che riguardano le donne e non solo.

Il Documento, chiamato “Patto per le Donne”, è stato stilato con l’ausilio di tante professioniste, associazioni e organismi operanti sul territorio, il cui contributo è stato dettato dall’esperienza maturata nel confronto quotidiano con le peculiari esigenze del mondo femminile. Pertanto, maturando la consapevolezza che occorrono politiche ad hoc, la Commissione pari opportunità si fa portavoce di tutte le esigenze emerse.

Si vuole prendere questo documento, realizzato in pochissimi giorni, come una sorta di “sperimentazione”. Si propone infatti che questo modo di operare divenga una reale e strutturata piattaforma work in progress per mettere in comunicazione il mondo dell’associazionismo e gli organismi che si occupano di pari opportunità e gli Amministratori regionali affinché ci sia un miglior ascolto delle esigenze della cosiddetta “base” e l’opportunità di mettere in campo politiche condivise e più attente alle esigenze di tutti.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *