giovedì, Dicembre 3, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film consigliato stasera in TV: “STAR TREK BEYOND” giovedì 31 gennaio 2019

Il film consigliato stasera in TV: “STAR TREK BEYOND” giovedì 31 gennaio 2019

Il film consigliato stasera in TV: “STAR TREK BEYOND giovedì 31 gennaio 2019 alle 21:30 su TV 8

 

Star Trek Beyond è un film del 2016 diretto da Justin Lin.

Si tratta della tredicesima pellicola del franchise fantascientifico di Star Trek ideato da Gene Roddenberry e il terzo film della serie reboot. Fanno parte del cast Chris Pine, Zachary Quinto, Simon Pegg, Karl Urban, Zoe Saldana, John Cho e Anton Yelchin, che riprendono i rispettivi ruoli dai precedenti film, ai quali si aggiungono Idris Elba e Sofia Boutella nei ruoli rispettivamente di Krall e di Jaylah.

 

Dopo tre anni del suo viaggio quinquennale, la nave stellare dellaFederazione USS Enterprise fa tappa alla gigantesca base stellare di Yorktown. Nei tre anni di servizio, il capitano Kirk inizia a perdere lo spirito d’avventura non trovando uno scopo nella missione e pianifica di diventare vice ammiraglio della Flotta e lasciare il comando a Spock, il quale ha da poco rotto la relazione con Uhura. Spock riceve anche la notizia dai vulcaniani che l’ambasciatore Spock, la sua controparte anziana proveniente dalla linea temporale primaria, è morto.

A Yorktown viene recuperata una capsula di salvataggio contenente Kalara, la quale chiede aiuto affermando che la sua nave si è schiantata su un pianeta nascosto in una vicina nebulosa inesplorata. L’Enterprise parte per soccorrere l’equipaggio di Kalara, ma appena giunti ad Altamid, il pianeta alieno, scoprono di essere caduti in una trappola: la nave viene violentemente attaccata da uno sciame di navi aliene sconosciute. Il malvagio leader dello sciame, Krall, si inoltra nella nave danneggiata per recuperare l’Abronath, un manufatto alieno recuperato da Kirk in una precedente missione. Non trovando quello che cerca, Krall e i suoi sgherri rapiscono numerosi membri dell’equipaggio mentre Kirk e gli altri effettuano un atterraggio d’emergenza lasciando l’Enterprise a bruciare e distruggersi precipitando su Altamid.

Sul pianeta, Uhura e Sulu vengono raggruppati da Krall in un sito con altri prigionieri mentre Kirk, Chekov e Kalara cercano di raggiungere i resti dell’Enterprise. Qui Kalara si rivela una spia di Krall, ma prima di poter essere catturati, Kirk e Chekov riescono a ucciderla e scappano. Intanto il dottorMcCoy rinviene uno Spock ferito e insieme si mettono in cammino per trovare gli altri. Nel frattempo l’ingegnere capo Scott, separato dal resto del gruppo, viene soccorso da Jaylah, un’aliena precipitata da bambina sempre a causa di Krall; la ragazza decide di aiutare Scotty ed i suoi compagni dell’Enterprise.

Essa vive nella USS Franklin, una piccola nave della Federazione che era stata la prima a superare curvatura 4, quasi un centinaio di anni prima, sotto il comando del capitano Balthazar Edison, e considerata scomparsa da molto tempo, a causa, si presume, di un tunnel spazio-temporale. Dopo avere liberato il resto dell’equipaggio dell’Enterprise sconfiggendo Manas, il luogotenente di Krall, Kirk e gli altri ufficiali della Federazione scoprono che il piano di Krall è di scatenare lo sciame su Yorktown per causare il maggior numero di vittime possibili, usando un’antica arma biologica racchiusa nell’Abronath. Krall è già riuscito ad estorcere il manufatto da Syl, una cadetta aliena dell’Enterprise che lo teneva nascosto all’interno del suo cranio, e l’ha fatta consumare dall’arma biologica per testare le sue capacità distruttive.

L’equipaggio dell’Enterprise rimette quindi in sesto la Franklin, e la guida a Yorktown per fermare Krall e il suo sciame. Questo si rivela sensibile alle onde corte emesse da una radio, che costituiscono il legame della loro mente collettiva, e quindi dalla vecchia nave parte una compilation di musica “classica” alla stessa frequenza, che disturba l’unione dello sciame e lo porta ad autodistruggersi. Rimasto solo, Krall decide di portare egli stesso l’arma all’interno di Yorktown e di utilizzarla anche a costo della vita. Uhura nel frattempo scopre dai registri della nave che Krall non è altri che Balthazar Edison, capitano della Franklin, il quale era rimasto isolato sul pianeta dove scoprì lo sciame, i droni e un pezzo dell’arma lasciati da una civiltà aliena. Lui e i restanti due sopravvissuti dell’equipaggio (ovvero Kalara e Manas) hanno utilizzato l’antica tecnologia che allunga la vita risucchiandola dalle altre forme di vita, sopravvivendo per centinaia di anni pur assumendo fattezze aliene.

Il desiderio di vendetta di Krall/Edison contro la Federazione è dovuto al suo passato: egli, ex marine spaziale pluridecorato, si era sentito sminuito al comando di una pacifica astronave come la Franklin, e per essere stato costretto a lavorare con i popoli alieni nemici per ordine della Federazione, che ritiene inoltre colpevole di averlo abbandonato. Kirk alla fine raggiunge Krall e al termine di una cruenta lotta in quasi assenza di gravità, nel centro della sferica Yorktown, riesce a eliminarlo scatenandogli addosso l’arma biologica ed espellendolo poi nello spazio, dove viene consumato da essa. Kirk viene tratto in salvo da McCoy e Spock, al comando di una delle navette aliene monoposto.

Dopo la battaglia, Kirk decide di rinunciare alla carica di vice ammiraglio per poter prendere parte a nuove missioni, Jaylah reclutata all’Accademia Stellare inizia una relazione amorosa con Scott; mentre Spock, che aveva pensato di lasciare l’equipaggio per unirsi al resto dei vulcaniani a seguito della morte di Spock anziano, si riconcilia con la fidanzata Uhura e decide di rimanere con i suoi amici sulla neo-ricostruita Enterprise-A.

Regia di Justin Lin

Con: Chris Pine,  Zoe Saldana e Sofia Boutella

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *