sabato, Ottobre 23, 2021
Home > Italia > Senago, il mistero del cadavere rinvenuto in villa: la pista del traffico di stupefacenti

Senago, il mistero del cadavere rinvenuto in villa: la pista del traffico di stupefacenti

SENAGO – Le prime investigazioni sul cadavere rinvenuto a Senago il 15 gennaio scorso portano gli inquirenti a ritenere, tra le varie piste, che il movente del gesto sia riconducibile al traffico di stupefacenti, essendo stato lo stesso già noto ed attivo sull’asse Genova-Milano.

I carabinieri avevano rinvenuto il cadavere, nel corso di lavori di ristrutturazione, all’interno di una cavità nei pressi di un’abitazione. Il cadavere è verosimilmente riconducibile ad un uomo dall’apparente età compresa tra i 35 e i 45 anni, di nazionalità albanese.

Indagando sulle denunce di scomparsa, e in particolare su quelle relative agli ambienti criminali, gli inquirenti avrebbero infatti  individuato il profilo di una persona corrispondente ai resti. Si tratta di un uomo albanese scomparso a Genova nel 2013. Ad avvallare questa ipotesi, anche il tipo di abbigliamento indossato al momento della scomparsa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net