martedì, Dicembre 7, 2021
Home > Abruzzo > Abruzzo, il nuovo Consiglio regionale: 18 seggi a maggioranza centrodestra, 7 a M5s, 5 a centrosinistra

Abruzzo, il nuovo Consiglio regionale: 18 seggi a maggioranza centrodestra, 7 a M5s, 5 a centrosinistra

giunta regionale

L’AQUILA – Ecco il nuovo Consiglio regionale d’Abruzzo, alla luce della proclamazione degli eletti comunicata agli uffici del Consiglio regionale stamani alle 12.40 dai funzionari della Corte d’Appello dell’Aquila. Il Consiglio è composto da 31 consiglieri, 18 della maggioranza di centrodestra, 13 delle minoranze: Marco Marsilio (FdI), il presidente candidato del centrodestra, proclamato presidente della Regione; il candidato presidente del centrosinistra, Giovanni Legnini, e 29 consiglieri tra cui Sara Marcozzi, candidata del M5s alla presidenza, giunta terza ed eletta come candidata nella lista provinciale di Chieti. La maggioranza di centrodestra è composta: 10 Lega, 3 Forza Italia, 2 Fratelli d’Italia, uno Azione politica, uno Udc-Dc-Idea. Alla minoranza spettano 13 seggi: 7 M5S e 5 centrosinistra di cui 3 Pd, uno lista ‘Legnini presidente’, uno lista ‘Abruzzo in Comune-Regione Facile’. La maggioranza, capeggiata dal presidente Marco Marsilio, è dunque così composta. Lega (10): Nicola Campitelli, Manuele Marcovecchio, Sabrina Bocchino, Emanuele Imprudente, Angelo Simone Angelosante, Vincenzo D’Incecco, Nicoletta Verì, Pietro Quaresimale, Emiliano Di Matteo, Antonio Di Gianvittorio. Fi (3): Mauro Febbo, Lorenzo Sospiri, Umberto D’Annuntiis. FdI (2): Guido Quintino Liris, Guerino Testa. Udc-Dc-Idea (1): Marianna Scoccia. Azione Politica (1): Roberto Santangelo. La componente di minoranza del centrosinistra, guidata dal candidato presidente giunto secondo, Giovanni Legnini, è la seguente: Pd (3): Silvio Paolucci, Antonio Blasioli, Dino Pepe. Legnini Presidente (1): Americo Di Benedetto. Abruzzo in Comune-Regione Facile: Sandro Mariani. La minoranza è completata dai 7 consiglieri del Movimento Cinque Stelle. M5S (7): Sara Marcozzi, Pietro Smargiassi, Francesco Taglieri Sclocchi, Domenico Pettinari, Barbara Stella, Giorgio Fedele, Marco Cipolletti. (ANSA)