domenica, Gennaio 23, 2022
Home > Marche > Massignano, lezione-spettacolo teatrale sulla “Commedia dell’arte”

Massignano, lezione-spettacolo teatrale sulla “Commedia dell’arte”

< img src="https://www.la-notizia.net/massignano" alt="massignano"

MASSIGNANO – Nella rinnovata Sala Consiliare del Comune di Massignano è andata in scena, domenica 17 marzo 2019, una “lezione-spettacolo” di teatro sulla storia della “Commedia dell’arte” organizzata dall’Amministrazione Comunale. Il cast era composto da Francesco Aceti animatore-protagonista coadiuvato da Federica nella recitazione e Chiara per la parte musicale al mandolino. Uno spettacolo piacevole ed emozionante che ha divertito i presenti.

L’interpretazione di Francesco, ha messo in mostra alcune maschere tipiche della Commedia dell’arte risalente al ‘500. In questa lezione i personaggi presentati sono stati: il Capitano, il Dottore, il Ricco e la plebe (servitù); personaggi che nel tempo hanno influenzato il teatro italiano moderno e contemporaneo. Monologhi, dialoghi, mimica e tecnica di recitazione, e improvvisazione delle maschere, sono stati i punti salienti della rappresentazione che hanno coinvolto anche gli astanti.

La Commedia dell’arte si esprime anche attraverso: il Canto e la Musica elementi interpretati perfettamente da Chiara con una poesia di G. Cavalcanti arrangiata, con accordi musicali e la tecnica dello “Stil Novo”. Un tentativo sperimentale poiché gli argomenti trattati nella poesia ritraggono in modo adeguato le maschere. Prima di concludere, sono stati chiamati sul palco, due spettatori dai nomi teatrali: Cinzio e Clarice, che hanno dovuto presentare una scena romantica sotto la supervisione di Francesco. Molto bravi gli interpreti-attori e molto divertito il pubblico. Una bella lezione-spettacolo molto apprezzata e ben riuscita che ha saputo trasmettere il modo di fare teatro. Il prossimo evento in programma nella Sala Consiliare è previsto per il 7 aprile 2019 alle ore 18,00 quando verrà presentata la Croce di Madreperla restaurata (che si trova nel Museo parrocchiale) da un docente universitario di Macerata che ne ha curato il risanamento.

Luigi Verdecchia

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net