sabato, Maggio 15, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film consigliato stasera in TV: “DEADPOOL” mercoledì 20 marzo 2019

Il film consigliato stasera in TV: “DEADPOOL” mercoledì 20 marzo 2019

Il film consigliato stasera in TV: “DEADPOOL” mercoledì 20 marzo 2019 alle 21:25 su ITALIA 1

Deadpool è un film del 2016 diretto da Tim Miller.

Basato sull’omonimo personaggio dei fumetti Marvel, è il primo film della trilogia di Deadpool, l’ottava pellicola di film sugli X-Men ed è interpretato da Ryan Reynolds, Ed Skrein, Morena Baccarin, Andre Tricoteux, Brianna Hildebrand, T. J. Miller, Gina Carano e Leslie Uggams.

«Maximum effort!» «Massimo sforzo!»
(Grido di battaglia di Deadpool)

Deadpool, il “Mercenario chiacchierone” solito a infrangere la quarta parete, tende un agguato ad un convoglio per eliminare Francis, l’uomo che lo ha terribilmente sfigurato. Lo stesso Deadpool invita gli spettatori a conoscere la sua storia personale: due anni prima era Wade Wilson, ex soldato delle forze speciali che, dopo essere stato congedato con disonore, ha intrapreso la carriera di mercenario.

Un giorno, dopo aver minacciato su commissione uno stalker, Wade si reca nel losco pub per sicari che frequenta di solito, gestito dall’amico Weasel: qui si organizza periodicamente una lotteria, chiamata dead pool, in cui si scommette su chi sarà il prossimo a morire. Quella stessa sera, Wade incontra una ragazza, Vanessa. Tra i due il colpo di fulmine è immediato, tanto che sboccia in un amore reciproco, nella convivenza e, infine, nella proposta di matrimonio di Wade; tuttavia, dopo aver ricevuto il fatidico sì, l’uomo ha un malore improvviso che lo fa stramazzare a terra.

Le analisi mediche rivelano che è affetto da un cancro terminale a vari organi. Vanessa non vuole arrendersi e cerca di stargli ancora più vicino, ma Wade è distrutto e senza più alcuna speranza. Al pub di Weasel incontra un misterioso avventore che si presenta a Wade come un “reclutatore”, il quale è a conoscenza del passato nelle forze speciali del mercenario e afferma di essere in grado non solo di farlo guarire dal cancro, ma addirittura di donargli poteri sovrumani: trasformarlo in un supereroe. Wade non dà alcun credito all’uomo, da cui si congeda, ma, per un ripensamento, decide di tentare quest’ultima risorsa, abbandonando Vanessa nel cuore della notte.

Il laboratorio medico in cui viene portato è gestito dallo spietato medico inglese Francis Freeman (noto con lo pseudonimo Ajax) e dalla sua tirapiedi Angel Dust, e si rivela essere una sorta di fabbrica di mutanti in cui persone disperate vengono sottoposte a reiterate sessioni di torture e trattamenti disumani per far emergere forzatamente il Gene X, costringerle ad indossare un collare e renderle così dei “super-schiavi” da vendere al miglior offerente. Ajax stesso è un mutante, dai riflessi aumentati e in grado di non provare alcun dolore ma, di conseguenza, non prova più alcuna emozione. In seguito alla tortura estrema di una camera iperbarica, che gli fornisce il minimo apporto di ossigeno per sopravvivere, in Wade si risveglia il gene mutante, che gli conferisce uno straordinario fattore rigenerante, guarendolo così dal cancro, ma deturpandogli orribilmente l’aspetto: il suo fattore rigenerante è infatti basato sul cancro stesso, che rigenera a una velocità impressionante i tessuti ma si riflette sulla pelle di Wade.

Durante un’altra seduta di tortura, Ajax schernisce Wade per il suo nuovo aspetto, affermando di poter curare gli effetti collaterali sul suo volto, ma di non volerlo fare. Wade poi colpisce Angel Dust con una testata per rubarle di nascosto un fiammifero che, acceso e gettato nel condotto dell’ossigeno, fa esplodere l’ala dove era recluso. Quindi si scaglia violentemente contro Francis, ma in modo fallimentare, rimanendo impalato e intrappolato nell’edificio in fiamme. Wade viene creduto morto ma, in realtà, il fattore rigenerante lo ha tenuto in vita. Wade decide di stare alla larga da Vanessa per il suo aspetto e, assunta l’identità di Deadpool (in onore della lotteria del pub di Weasel) e ideato il costume per mascherare l’identità e le piaghe che ne affliggono il corpo e il volto, inizia a dare la caccia ai membri dell’organizzazione di Francis per trovare quest’ultimo, ritenendolo l’unico che possa farlo tornare al suo aspetto originario.

Qui la storia torna al presente, con l’arrivo di due X-Men, Colosso e Testata Mutante Negasonica, che intendono reclutare Deadpool per “redimerlo”, cosa che a quest’ultimo non interessa. Nella discussione, Francis riesce a fuggire. Quindi Wade torna abbattuto alla sua attuale e fatiscente casa che condivide con Al, una signora anziana e cieca appassionata di mobiliIKEA, conosciuta precedentemente in una lavanderia a gettoni in cui gli ha dato il consiglio di vestirsi di rosso per nascondere le macchie di sangue. Nel mentre, Francis giunge al locale di Weasel in cerca di Wade e scopre una suafotografia istantantea con Vanessa, decidendo di darle la caccia per stanare Deadpool; il barista avverte immediatamente Wade e i due arrivano al night club in cui la ragazza lavora. Wade, certo che il suo nuovo e terribile aspetto la spaventerà, ha un momento di esitazione, che facilita il rapimento di Vanessa da parte di Francis nel retro del locale.

Deadpool, infuriato, si reca alla X-Mansion per chiedere l’aiuto degli X-Men in cambio della sua adesione al loro gruppo, ritrovando nuovamente Colosso e Testata: i tre si recano quindi nel covo dell’organizzazione presso un cantiere di smaltimento di una portaerei, dove è prigioniera Vanessa. Colosso e Testata riescono a sconfiggere Angel Dust e gli scagnozzi di Francis, mentre Deadpool abbatte quest’ultimo, lasciato agonizzante al suolo; il mutante inglese, come ultima, estrema provocazione, afferma sprezzante a Deadpool di non poter mai restituirgli il suo aspetto originale.

Deadpool, accecato dall’ira, sfodera la pistola e la punta addosso al volto di Francis. Colosso esorta Deadpool a risparmiare la vita di Francis, dimostrando così di poter essere un vero eroe, ma Wade, per tutta risposta, spara in faccia al suo nemico, affermando di non voler essere mai un eroe. Infine, ritrova pace nell’amore di Vanessa che, sebbene irata dal comportamento del ragazzo, non ha mai smesso di amarlo e che accetta anche il suo nuovo aspetto.

Nella scena dopo i titoli di coda, Deadpool esce fuori da una camera in accappatoio e si rivolge agli spettatori intimandoli a lasciare la sala; aggiunge che ci sarà un sequel con Cable e fantastica sull’eventuale attore che lo interpreterà. Infine, ricorda loro di non lasciare spazzatura sulle poltrone (questa scena è un chiaro riferimento alla scena dopo i titoli di coda diUna pazza giornata di vacanza di John Hughes del 1986).

Personaggi

Il fumettista Stan Lee ha avuto un cameo come in molti film Marvel, nel ruolo del Master of Ceremonies di uno strip clubAnche il co-creatore di Deadpool Rob Liefeld ha avuto un cameo, interpretando un avventore del bar di Weasel. Rob Hayter fa una breve apparizione come Bob, Agente dell’HYDRA, un personaggio che nei fumetti aiuta in diverse occasioni il Mercenario Chiacchierone. Nel film, il personaggio viene semplicemente chiamato Bob ed è un inetto mercenario senza alcun collegamento con l’HYDRA, poiché i diritti di quest’ultima appartengono esclusivamente ai Marvel Studios e al loro universo cinematografico.

Regia di Tim Miller

Con: Ryan Reynolds e Morena Baccarin

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.