venerdì, Ottobre 18, 2019
Home > Marche > “Siamo europei”: Macerata accoglie l’ex ministro Carlo Calenda

“Siamo europei”: Macerata accoglie l’ex ministro Carlo Calenda

< img src="https://www.la-notizia.net/calenda" alt="calenda"

di Elisa Cinquepalmi

MACERATA – Si è tenuto ieri sera, alle 21, presso l’Ostello Asilo Ricci di Macerata, un importante appuntamento che ha avuto come protagonista l’ex ministro Carlo Calenda. In vista delle elezioni europee è giunto per la prima volta in città per esporre il manifesto “Siamo Europei – L’Italia e l’Europa sono più forti di chi le vuole deboli!”

L’incontro, presentato dal sindaco di Macerata, Romano Carancini, ha coinvolto un folto pubblico di circa 200 persone. ” Abbiamo bisogno di un’ Europa che ci protegga e per vincere le elezioni europee dobbiamo abbandonare le idee di opporci”, afferma l’ex ministro che prosegue: “Non sto con Zingaretti, ma sto cercando di creare una Democrazia Liberale, riaffermando la nostra identità.
È un lavoro profondo e complicato, una missione da compiere per avere dignità. La storia torna, la paura aumenta e le idee sono tante, ma è importante dare sicurezza alla popolazione. Nel 1990, l’ex Presidente degli Stati Uniti disse ” It’s Economy” che tradotto significa ” È l’economia” e questo ci fa comprendere che la politica è rappresentanza”.


Durante il convegno, l’ex ministro Calenda ha poi volto il suo sguardo ai giovani: “Purtroppo il 50% dei ragazzi non apre un libro ed il 70% degli italiani possiede in casa una PlayStation. Come siamo arrivati a questa confusione? La scuola ha un ruolo importante ed è un pilastro dell’educazione, per questo i genitori non devono infierire. I giovani devono avere una cultura e una conoscenza dell’arte che va oltre la nostra vita. Dunque è importante che le strutture scolastiche organizzino il tempo pieno, in modo che gli studenti possano svolgere i compiti e le attività sportive”.

Infine, l’ospite ha concentrato la sua attenzione verso l’uomo, che deve essere al primo posto, anche in presenza e mai in contrapposizione con il progresso tecnologico. Questa visione è presente nel volume “Orizzonti Selvaggi”. All’interno del suo libro, Calenda spiega la lacerazione e la contrapposizione tra progresso e società, uomo e tecnologia. ” La paura fa parte di noi”- afferma l’ex ministro ” però ci sono speranze se vengono fatti gli investimenti sull’uomo, cercando di accelerare il suo percorso. Non si può restare inerti e fare discussioni come ad esempio su Salvini e la Nutella.
Gli italiani non parlano di politica. Se organizzano una cena con gli amici, verranno trattati altri argomenti, ma non la politica. Per questo occorre parlare alla pancia del paese. Ma siamo capaci di fare questo entro il 26 Maggio? Non sono mai riuscito a fare un dibattito politico con Di Maio e Salvini. Se chiedo quali sono le loro idee, hanno un blocco psicologico e questo viene compreso dagli italiani”.

Nei suoi discorsi Calenda usa parole forti anche per il Premier Conte. ” È il peggior Presidente del Consiglio della Repubblica Italiana, ma nessun parlamentare si permette di insultarlo. Quando viene definito burattino, è uno sfregio permanente per il nostro paese. L’Italia si sta lentamente sfilacciando, ma non deve avere la stessa sorte della Grecia.  Dobbiamo tenere lontane le potenze orientali come la Cina”. Al termine dell’incontro il pubblico ha posto all’ex ministro diversi quesiti, e si e’ creato un dibattito sulla questione immigrazione.

” Nessuno ha detto che tutti devono venire in Italia”- afferma Calenda – : “Porti Aperti non significa questo perché è lo Stato che decide chi deve entrare oppure no.  Bisogna tenere i toni bassi ed oggettivi, per questo non ho mai creduto al concetto “Duri e Puri”. La politica è sapersi mettere insieme, speriamo di riuscirci!  Lo sforzo che chiedo agli italiani è  quello di tenere gli occhi sulla palla, ovvero l’Italia deve restare in Europa.  Dobbiamo meritare il nostro paese e per renderlo forte è fondamentale rimanere uniti”. Di seguito l’intervista audio all’ex ministro e al sindaco Carancini.

 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: