venerdì, Febbraio 26, 2021
Home > Abruzzo > Montorio Polis: le spese pazze dell’amministrazione Facciolini

Montorio Polis: le spese pazze dell’amministrazione Facciolini

< img src="https://www.la-notizia.net/polis" alt="polis"

Riceviamo e pubblichiamo:

Un’analisi, operata dall’associazione civica Montorio Polis, certifica che l’entità delle maggiori spese o mancati introiti, per le casse comunali di Montorio al Vomano, ammonta già a circa 193.000, dall’insediamento dell’amministrazione Facciolini.

Nel dettaglio:

-) acquisto e stampa delle T-shirt “L’ora dello spreco” ( da indossare con temperature pari a 6 o 7 gradi ), pari ad € 365,00

-) mancata applicazione della penale alla società affidataria del servizio mensa scolastica, Pap s.r.l., pari a una somma oscillante tra le 500 e le 5.000 euro.

-) aumento delle indennità di Sindaco ed assessori, pari ad € 32.000 annui.

-) mancato introito derivante dalle problematiche relative all’affidamento della piscina comunale, pari ad € 29.500.

-) errori ed imprecisioni contabili in sede di affidamento al Mo.Te. del servizio raccolta rifiuti, pari ad € 30.000 annui.

-) mancata approvazione del centro di selezioni rifiuti in località Leognano per € 97.000 € da restituire alla società Tecnoglass per il cambio di destinazione d’uso del terreno.

Due di queste voci, quella relativa all’aumento delle indennità e quella che inerisce agli errori di affidamento al Mo.Te., inoltre, vanno rapportate all’intero quinquennio e andranno a produrre, nell’intera legislatura, maggiori spese per un totale di € 310.000,00.

Si parla, pertanto, complessivamente, di uno spreco complessivo pari a circa 441.000 € di denaro dei contribuenti che poteva essere evitato e che avrebbe permesso di reinvestire la somma in iniziative utili alla cittadinanza e al bene comune.

MONTORIO POLIS

Roberto Di Luigi

Marco Di Loreto

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *