lunedì, Giugno 21, 2021
Home > Abruzzo > Ricostruzione: Marsilio incontra Conte a Norcia

Ricostruzione: Marsilio incontra Conte a Norcia

punto di svolta
Norcia (Pg) – “Con il Governo e la Protezione civile c’è stato un confronto franco e costruttivo. Ora chiediamo all’Esecutivo Conte lungimiranza e generosità per fare in modo che quella dozzina di emendamenti al Decreto per la ricostruzione, concordati tra le Regioni, abbiano copertura economica. L’obiettivo è quello di concedere personale ai Comuni, agli Uffici speciali per la ricostruzione ed a tutte le Istituzioni che si trovano ad affrontare i problemi legati al processo di ricostruzione nei territori delle quattro regioni toccate dal sisma del 2016-2017: Abruzzo, Marche, Umbria e Lazio”. E’ la richiesta partita, ieri pomeriggio, a Norcia, in Umbria, dal presidente della Giunta regionale d’Abruzzo, Marco Marsilio, intervenuto insieme al presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e agli assessori di Umbria e Lazio all’incontro con il Presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, e con il Sottosegretario delegato alla Ricostruzione, Vito Crimi.
“Il paradosso – ha ricordato Marsilio – è che ci siano miliardi fermi, che non producono economia, ne’ reddito, ne’ attività poiché’ manca il personale necessario per sbloccare i fondi. Così, per non spendere qualche milione di euro, non possiamo procedere  all’assunzione di qualche centinaio di geometri, ingegneri, legali, contabili, Rup e direttore dei lavori in grado di fare contratti, gare e affidamenti. Si tratta, ha aggiunto, di un paradosso da rimuovere assolutamente”. Marsilio ha poi ricordato come, nello specifico, la Regione Abruzzo, che si trova a gestire ben due crateri sismici, quello del 2009 e quello del 2016-2017, abbia scontato da un lato, e per almeno un paio d’anni, una cattiva organizzazione dell’ufficio per la ricostruzione e dall’altro abbia dovuto fare i conti con una sottorappresentazione del peso dei danni rispetto alla popolazione da assistere, passato da una percentuale del 6-8 per cento del totale ad una percentuale stimata del 16-18 per cento. “Non chiediamo un riequilibrio della situazione a danno delle altre Regioni visto che, oltretutto, la regione Abruzzo si è mossa autonomamente, con delibere specifiche, per mettere a disposizione proprie risorse al fine di raddoppiare il personale a disposizione degli uffici speciali- puntualizzato Marsilio – chiediamo però che il governo tenga presente che nel periodo in cui c’è stata sottovalutazione del peso subito dall’Abruzzo per via del sisma, il problema del personale ha pesato al pari di quello derivante dalle criticità presenti nella normativa”.
Il presidente Marsilio nel corso di un successivo veloce pranzo di lavoro ha avuto modo di confrontarsi con il presidente Conte sulla questione della messa in sicurezza del traforo del Gran Sasso e sulle questioni più urgenti che il futuro commissario che verrà nominato dal Governo dovrà affrontare.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net
Redazione
La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.