domenica, agosto 18, 2019
Home > Marche > San Benedetto del Tronto, l’armata delle zanzare invisibili (e insonorizzate)

San Benedetto del Tronto, l’armata delle zanzare invisibili (e insonorizzate)

< img src="https://www.la-notizia.net/zanzare" alt="zanzare"

SAN BENEDETTO DEL TRONTO –  Abbiamo raccolto le testimonianze degli abitanti di via Roma e dintorni relativamente ad una “nuova specie di zanzare” che sembra si stia diffondendo nell’area creando non pochi disagi ai residenti. Si tratta di insetti che, a tutti gli effetti, sembrerebbero essere “geneticamente modificati”: sono talmente piccoli che è impossibile accorgersi della loro presenza e che, per di più, hanno sviluppato una sorta di sistema di “insonorizzazione” che consente loro di avvicinarsi indisturbati perchè non solo non li vedi, ma non li senti.

Ma poi ti attaccano con “ferocia”, procurando punture che, non si sa bene per quale motivo, si tramutano ben presto in escrescenze di dimensioni spropositate, rosse e caratterizzate da un prurito insopportabile. Potremmo chiamarle zanzare “stealth”, in onore del velivolo stealth (in foto – dall’inglese, “furtivo”) o invisibile: un aeroplano realizzato con tecnologie che lo rendono impercettibile ai radar o ad altri dispositivi di localizzazione. Riescono ad intrufolarsi in casa a dispetto di zanzariere e di altri sistemi di protezione e sono capaci di “azzannare” anche se si è vestiti. Insomma, a tutti gli effetti zanzare da guerra di ultima generazione. Che sembra si stiano moltiplicando a dismisura. Non si fanno intimorire neanche dall’Autan: ormai per loro si tratta di un repellente superato. La soluzione? Uno scafandro che renda impossibile l’attacco. Ovviamente abbiamo trattato l’argomento con ironia, ma sarebbe il caso di risolvere la problematica in quanto, soprattutto in questo periodo, contrassegnato da temperature piuttosto elevate, si dovrebbe essere liberi di adottare un abbigliamento consono senza il timore di ritrovarsi affetti da una sorta di varicella indotta. A tale proposito abbiamo contattato il sindaco Pasqualino Piunti, che ha assicurato di conoscere bene il problema, che non sembrerebbe essere circoscritto ad una singola area, e di aver già adottato le necessarie contromisure.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: