martedì, Ottobre 19, 2021
Home > Italia > Caso Cucchi, il carabiniere Casamassima: “Mi hanno trasferito ed emarginato per aver detto la verità”

Caso Cucchi, il carabiniere Casamassima: “Mi hanno trasferito ed emarginato per aver detto la verità”

< img src="https://www.la-notizia.net/cucchi" alt="cucchi"

“Continuano a negarmi il ricongiungimento alla mia famiglia e dal 5 giugno mi tengono in un ufficio senza far nulla quella che mi stanno facendo è una vera e propria violenza. Chi ha coperto l l’omicidio di Stefano Cucchi continua invece a lavorare indisturbato. Un mio superiore ha scritto a mio favore evidenziando che lo spostamento in ufficio mi stava provocando un forte danno economico. Gli hanno risposto dicendo di non fare più considerazioni. Questo l’ho scoperto andando ad acquisire gli atti”.

Così sul proprio profilo Facebook Riccardo Casamassima, supertestimone nel processo relativo alla morte di Stefano Cucchi, che si è appellato al governo perchè venga esaminato il suo caso. Il contributo apportato dal carabiniere, che si è visto poi declassato, trasferito ed emarginato in caserma, è stato di fondamentale importanza per fare luce sulla verità.

“I miei appelli all Governo  – si legge ancora su Facebook – non sono passati inosservati in questi giorni sto scrivendo a tutti anche se siamo in piena crisi politica. Continuerò ad usare ogni mezzo a mia disposizione…sono 3 mesi che mi tengono in ufficio senza fare niente con ulteriore danno economico.
Chi ha coperto l omucidio non è stato spostato io si”.

Il carabiniere è intervenuto con un commento anche sul profilo Facebook di Matteo Salvini, che in questi giorni sta incassando politicamente un duro colpo: “Ministro la vedo un po scosso da ieri. Visto che lei è dalla parte delle forze dell’ordine la invito a venire a vedere in che condizioni mi hanno messo dopo aver testimoniato nel processo Cucchi. Venite sul mio profilo dove ci sono le foto”.

Nel 2016 Casamassima ha consentito al Pm Giovanni Musarò di riaprire l’inchiesta sul pestaggio subito in caserma da Stefano Cucchi, quando venne arrestato da alcuni militari dell’Arma la sera tra il 15 e il 16 ottobre del 2009.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net