martedì, Ottobre 26, 2021
Home > Mondo > E’ giallo sulla morte a New York dello chef di Cipriani Andrea Zamperoni

E’ giallo sulla morte a New York dello chef di Cipriani Andrea Zamperoni

< img src="https://www.la-notizia.net/chef" alt="chef"

NEW YORK – Il capo chef di un noto ristorante di New York City è stato trovato morto dopo quattro giornate di ricerche. Il corpo del 33enne Andrea Zamperoni è stato rinvenuto mercoledì, avvolto in una coperta in un hotel del Queens che è un noto luogo di droga e prostituzione. Sarebbe stata una donna a dirigere gli ufficiali sul luogo.  La sua identità è stata confermata dai suoi due fratelli, che sono arrivati ​​da Londra. Un’autopsia determinerà la causa della morte.

In albergo passaporto di Zamperoni non c’era: e stato trovato nella sua casa.

La scomparsa di Zamperoni è stata denunciata dai colleghi lunedì, quando non si è presentato per lavorare al famoso Cipriani Dolci nel Grand Central Terminal.

È originario dell’Italia, di Lodi e recentemente si era trasferito a New York. Collaborava con Cipriani dal 2008 in diverse località. Dopo la notizia della sua morte, il ristorante ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Abbiamo purtroppo appreso che Andrea Zamperoni, un membro rispettato e amato del team Cipriani per molti anni, scomparso domenica scorsa, è stato trovato morto. Manterremo la famiglia di Andrea nei nostri pensieri e preghiere e rispetteremo la loro privacy in questo momento difficile.

Andrea era un uomo responsabile, di buon cuore, gentile e molto laborioso. Mancherà profondamente da tutti noi. Confidiamo che il NYPD stia facendo tutti gli sforzi per indagare e chiarire questa tragica situazione “.

L’ultima volta che lo chef ha lavorato era sabato sera: lunedì mattina non si è presentato all’inizio del turno e i colleghi hanno chiamato la polizia. L’allarme è scattato anche da Lodi perché domenica Andrea aveva saltato la telefonata quotidiana con la mamma.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net