martedì, Ottobre 26, 2021
Home > Marche > Massignano, V Recital “Un paese ci vuole…”

Massignano, V Recital “Un paese ci vuole…”

< img src="https://www.la-notizia.net/recital" alt="recital"

di Luigi Verdecchia

MASSIGNANO – Con “Sempre caro mi fu quest’ermo colle …” è iniziato il V Recital di musica, poesia classica e dialettale verso tratto dall’Infinito di Giacomo Leopardi, componimento che quest’anno compie 200 anni che si è tenuto giovedì 22 agosto 2019, nella sala Consiliare del Comune di Massignano. Poesia simbolo della letteratura italiana che manifesta lo stato d’animo dell’uomo senza limitazioni di spazio e tempo. Al recital hanno partecipato molti cittadini che hanno apprezzato gli attori della serata per preparazione e bravura: Emilia Canaletti, Olimpio Marzetti, Dario Ricci e Mariarita Panfili, nella recitazione delle poesie separate da intermezzi canori di Silvia Santini e Romano Lattanzi e dalle musiche degli organetti di Giuseppe Santini e Luca e Matteo Marconi. Oltre alle poesie più famose del Leopardi, “Il sabato del villaggio” e “A Silvia” ne sono state lette altre che vedono il poeta marchigiano astronomo e appassionato di stelle, versi che sono stati dedicati alla ricorrenza a 50 anni dallo sbarco dell’uomo sulla luna.

“La luna” tanto cara al Leopardi e ilCanto notturno di un pastore errante dell’Asia” che rappresenta l’esempio perfetto dove il poeta si chiede cosa ci faccia la luna in cielo. Alla parte classica è seguito, come da tradizione, un recital dialettale volto a far comprendere quanto sia importante mantenere i legami con il borgo natio attraverso detti popolari e proverbi con tanto di traduzione e relativa morale. Ha suscitato emozioni il racconto “Memorie d’infanzia” di Mariarita Panfili un insieme di episodi vissuti da bambina con personaggi che hanno reso questo periodo immerso in un’atmosfera magica. Il tutto per dire che in ogni luogo dove si è vissuto è rimasto qualcosa di noi ed appartiene al cuore. Massignano per Mariarita è il luogo del cuore, perché ad esso sono legate le sue radici. Racconto di facile comprensione letto con sentimento e passione tale da creare negli ascoltatori un effetto emotivo. Con ballate e stornelli eseguiti agli organetti si è chiusa la serata. A conclusione dell’evento agli intervenuti è stata offerto un ricco buffet. Un ringraziamento senza dubbio agli organizzatori e promotori del recital che hanno fatto trascorre ai presenti una serata molto gradevole all’insegna delle poesie e delle musiche che l’hanno resa a dir poco meravigliosa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net