lunedì, Ottobre 18, 2021
Home > Italia > Lo Stromboli continua a fare paura: nuova esplosione

Lo Stromboli continua a fare paura: nuova esplosione

< img src="https://www.la-notizia.net/stromboli" alt="stromboli"

Lo Stromboli continua a fare paura. Una nuova esplosione del vulcano è stata infatti registrata verso le 22.45 di giovedì, seguita circa venti minuti dopo da una seconda replica di intensità inferiore e da una terza, intorno alle 23:30, simile alla prima.

“L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica – questa la nota ufficiale dell’Ingv –  che alle ore 19:23 UTC circa di ieri, dalle telecamere di sorveglianza termica e visibile di quota 400 m si osserva un trabocco lavico dall’area nord della terrazza craterica che si sta riversando sulla parte alta della Sciara del Fuoco. Dall’analisi delle immagini di quota 190 si osserva che la colata si attesta su un livello medio-alto della Sciara con materiale che distaccandosi dal fronte raggiunge la linea di costa.

Alle 20:43 UTC si è verificata una sequenza esplosiva dall’area centro-meridionale, personale in campo riporta la ricaduta di materiale piroclastico sull’abitato di Ginostra. Per quanto riguarda l’attività sismica contestualmente è stato osservato un aumento dell’ampiezza e della frequenza dei segnali sismici associati alla sequenza esplosiva. L’ampiezza del tremore ha mostrato un repentino incremento e attualmente oscilla su valori medio-alti. Un’ulteriore esplosione di minore intensità rispetto alla sequenza delle 20:43 è stata registrata alle ore 21:29 UTC”.

Un’esplosione di “alta intensità” era stata registrata mercoledì dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. L’eruzione di mercoledì è stata più forte di quella di luglio che ha ucciso un escursionista e ha spinto i turisti a gettarsi in mare per motivi di sicurezza.  L’Italia ha tre principali vulcani attivi: l’Etna in Sicilia, il Vesuvio vicino a Napoli e lo Stromboli, che condivide il nome della piccola isola siciliana. Stromboli è uno dei vulcani più attivi del pianeta, secondo Geology.com, e ha quasi eruttato continuamente dal 1932.

Foto di A. Di Pietro

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net