martedì, Luglio 7, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Anticipazioni per Non è l’Arena di Massimo Giletti di domenica 22 settembre 2019: ospite Matteo Renzi e poi il caso Bibbiano, serata scoop

Anticipazioni per Non è l’Arena di Massimo Giletti di domenica 22 settembre 2019: ospite Matteo Renzi e poi il caso Bibbiano, serata scoop

giletti

Massimo Giletti tornerà su La7 con ‘Non è l’Arena’ domani, domenica 22 settembre 2019, alle 20:30. Ospite della prima puntata Pamela Prati, che, finalmente, racconterà in prima persona come è nata l’operazione Mark Caltagirone.

Ma si parlerà soprattutto di Bibbiano. “Domenica  – annuncia l’amatissimo conduttore – avrò in studio una madre a cui hanno portato via il figlio in sala parto”. Tra le pagine della prima puntata.

Immancabile come sempre, in studio, il faccia a faccia tra Massimo Giletti ed un esponente del mondo politico italiano. Osipite domani sera il senatore Matteo Renzi.  L’ex premier sarà intervistato sui temi dell’attualità politica e sulla clamorosa scissione che ha visto i parlamentari Renziani lasciare il PD per costituire Italia Viva.

Risultati immagini per renzi a non è l'arena

Che impatto avrà questa novità clamorosa sulla tenuta del governo Conte -bis in salsa giallorossa che ha assunto ora i connotati di un autentico Pentapartito d’antan che rievoca la Prima Repubblica? Quale prospettive avrà la navigazione della maggioranza appena varata che già intravede gli scogli della manovra finanziaria d’autunno e soprattutto della grande tornata di nomine che si profila nei prossimi mesi? A queste domande risponderà domani l’ex premier Matteo Renzi, autentico king-maker del Conte-bis che rischia ora con la propria mossa di soffocare nella culla la propria creatura politica.

“Molti commentatori  – scrive intanto Matteo Renzi su Facebook – che parlano di Italia Viva insistono su un concetto stravagante: staccare la spina al Governo. Dimenticano che la spina noi l’abbiamo attaccata, un mese fa, contro Salvini e contro chi voleva andare a elezioni spingendo l’Italia in recessione e ai margini dell’Europa. Eppure il pregiudizio è il solito: vogliono condizionare il Governo. Noi abbiamo un’ambizione molto più grande: Vogliamo condizionare il futuro. E per questo alla Leopolda proveremo a immaginare l’Italia dei prossimi 10 anni, non dei prossimi 10 giorni. Vogliamo cambiare le forme della politica cominciando dalla presenza delle donne. E vogliamo farlo assieme a tante persone che non devono iscriversi alle correnti ma far valere le proprie idee.
Non sconfiggeremo tutti i pregiudizi in una sola volta. Ma col sorriso ci proveremo. E chi vuole dare una mano è il benvenuto, sia con una firma (bit.ly/italiavivaappello), sia con un piccolo contributo economico (bit.ly/italiavivasostieni), sia con una idea. Lasciate a casa le correnti e le divisioni interne: portate il vostro entusiasmo. L’Italia Viva vi accoglie a braccia aperte”.

Si parlerà infine anche di prostituzione minorile e quindi di baby squillo. Quella di domani sera si prennuncia senza dubbio una puntata su grandi temi e su inchieste scottanti che non mancherà di approfondire aspetti di fondamentale importanza per la vita della popolazione italiana. Da non perdere.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com