martedì, Ottobre 15, 2019
Home > Mondo > Nuove proteste ad Hong Kong: sale la tensione

Nuove proteste ad Hong Kong: sale la tensione

< img src="https://www.la-notizia.net/hong" alt="hong"

Hong Kong – Migliaia di manifestanti hanno inondato il centro di Hong Kong e diversi quartieri per esprimere la propria opposizione al divieto di indossare maschere durante le proteste.

Invocando l’ordinanza sui regolamenti d’emergenza dell’era coloniale, la governatrice di Hong Kong Carrie Lam ha aggirato la legislazione indipendente del territorio per attuare il divieto venerdì dopo mezzanotte.

Questa è stata l’ultima mossa di Lam nel tentativo disperato di scoraggiare i violenti scontri tra polizia e manifestanti che sono spesso mascherati.


“Come governo responsabile, abbiamo il dovere di utilizzare tutti i mezzi disponibili”, ha detto Lam. La notizia del divieto ha portato folle di manifestanti nel centro di Hong Kong.

La polizia antisommossa ha utilizzato gas lacrimogeni per disperdere la folla. “Il problema non riguarda il mascheramento o no”, ha detto Calvin Chan, un manifestante di 20 anni, che indossava una maschera chirurgica.

“Piuttosto, il problema è il modo in cui Carrie Lam si rapporta alle nostre richieste”, ha aggiunto. “L’escalation della violenza è l’unica risposta possibile a questo regime autoritario.”

Negli ultimi quattro mesi, Hong Kong è stata infiammata dalle proteste antigovernative innescate da un disegno di legge ora accantonato che avrebbe consentito l’estradizione di soggetti indagati nella Repubblica Popolare Cinese per il processo.

Da allora i disordini sono stati alimentati dal rifiuto dei funzionari di rispondere alle richieste dei manifestanti: un’inchiesta indipendente sulla presunta brutalità della polizia nel reprimere le proteste, l’amnistia generale per tutti coloro che sono accusati di reati derivanti dalla partecipazione alle manifestazioni e una ritrattazione delle affermazioni della polizia secondo cui i manifestanti sono colpevoli di rivolte – un’accusa che comporta una pesante pena detentiva.

Da quel momento si è sviluppato un movimento a favore della democrazia, con i manifestanti che lottano per il diritto di eleggere direttamente il propri rappresentanti e parlamentari.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: