martedì, Aprile 20, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film consigliato stasera in TV: “CATTIVISSIMO ME” sabato 5 ottobre 2019 alle 21:20 su ITALIA 1

Il film consigliato stasera in TV: “CATTIVISSIMO ME” sabato 5 ottobre 2019 alle 21:20 su ITALIA 1

Il film consigliato stasera in TV: “CATTIVISSIMO ME” sabato 5 ottobre 2019 alle 21:20 su ITALIA 1

Risultati immagini per cattivissimo me poster

Cattivissimo me (Despicable Me) è un film del 2010 diretto da Pierre Coffin e Chris Renaud.

È un lungometraggio d’animazione uscito negli Stati Uniti il 9 luglio 2010 e in Italia il 15 ottobre dello stesso anno.

Gru, un aspirante supercattivo, famoso per essere una delle persone più cattive della città, prova piacere a fare dispetti e a veder soffrire le altre persone ed è in possesso di una serie di aggeggi che gli consentono di compiere ogni tipo di cattiveria. Questa “cattiveria” nasce per colpa della madre del protagonista la quale fece vivere un’infanzia terribile e piena di disagi al piccolo Gru. Dopo aver ricevuto la notizia del furto della Grande piramide di Giza da parte di un altro misterioso cattivo, Gru decide di rubare la Luna. Sull’onda dell’entusiasmo per tale progetto, Gru si reca in una misteriosa “Banca dei cattivi”, dove chiede un prestito per portare a buon fine il suo piano, negatogli poiché ancora gli manca una parte fondamentale della missione: il raggio restringente.

In questa occasione Gru conosce Vector, simpatico ma patetico supercattivo che rivela di essere il misterioso ladro della piramide. Questo spinge l’incredulo Gru a detestarlo, congelandogli perfino la testa per dispetto. Gru riesce finalmente a rubare il raggio restringente, che però gli viene sottratto da Vector, il quale dispone di tecnologie molto più avanzate di quelle a disposizione di Gru. Egli non riuscirà a recuperare il raggio, finché lui stesso, vedendo tre orfanelle che indenni entrano nella casa di Vector per vendere dei biscotti, dichiara di aver avuto un'”Idea luminosa”: adottare quelle stesse bambine e sfruttarle per riportare il raggio restringente nelle sue mani.

Dopo aver adottato le tre sorelle Margot, Edith e Agnes, Gru si prepara a portare avanti il piano ma viene sempre più distratto dalle tre, fino a ritrovarsi nei panni di un padre amorevole. La cosa, tuttavia, non gli dispiace in quanto ormai si è affezionato alle tre piccoline. Ormai il raggio restringente è già nelle sue mani e i problemi finanziari sono stati superati grazie al piccolo contributo monetario delle bambine, al seguito delle quali si aggiungono i minions, misteriosi umanoidi gialli che costituiscono la forza lavoro di Gru e del dottor Nefario, suo alleato. Quest’ultimo però, per riportare Gru alla “ragione” lo costringe a restituire le bambine all’orfanotrofio.

Gru ruba la Luna ma scopre di tenere più alle bambine che a quel furto. Si precipita così al saggio di danza che esse dovevano sostenere, ma scopre che Vector le ha rapite per ricattarlo, obbligandolo a scambiarle con la Luna. Gru accetta lo scambio ma Vector, tanto patetico quanto scorretto, lo imbroglia e si rifiuta di restituire le bimbe. Nel frattempo il dottor Nefario scopre che gli effetti del raggio restringente hanno una durata limitata: essi infatti svaniscono dopo un certo tempo in base alla massa del corpo su cui è stato utilizzato, vale a dire che più grande è l’oggetto sottoposto più breve è il tempo del rimpicciolimento. La Luna infatti ricomincia poco dopo ad ingrandirsi. Dopo una serie di rocambolesche imprese, Gru riuscirà a salvare le tre bambine. Una volta che la Luna torna normale e di nuovo nello spazio, Gru lascia la carriera da cattivo, rinnovato dall’amore per le bambine, per diventare padre a tempo pieno, mentre Vector rimane intrappolato sulla Luna.

Regia di Pierre Coffin e Chris Renaud

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *