sabato, Ottobre 24, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Anticipazioni per “TV 7” del 10 ottobre alle 23.55 su RAI 1: SE MI TASSI NON VALE

Anticipazioni per “TV 7” del 10 ottobre alle 23.55 su RAI 1: SE MI TASSI NON VALE

Anticipazioni per “TV 7” del 10 ottobre alle 23.55 su RAI 1: SE MI TASSI NON VALE

Se mi tassi non vale

Stasera venerdì 11 ottobre alle 24.00 nuovo appuntamento con il rotocalco del TG1 “Tv7”, in onda su Rai1. Tra i servizi in scaletta:
IL CARROZZONE. Idrovore mangiasoldi e inutili oppure importanti per il territorio? Viaggio nei consorzi di bonifica, gli enti che oggi gestiscono migliaia di chilometri di reti idriche per l’agricoltura. Costano 500 milioni di euro all’anno, ma spesso sono inefficienti, pieni di debiti e nell’occhio del ciclone tra scandali e inchieste. L’esempio della Calabria dove la politica prima li ha trasformati in strumenti clientelari e di consensi, poi li ha dimenticati.  
SE MI TASSI NON VALE Contanti più che carte di credito, prezzi scontati se non si chiede la fattura: sono tanti gli escamotage per evadere il fisco. Il governo punta a recuperare oltre 7 miliardi di evasione fiscale e in un tessuto economico fatto in maggioranza da piccole realtà, la lotta partirà dal basso. La Lombardia è la regione d’Italia con la più grossa fetta di risorse nascoste, il 17% dell’evasione nazionale. Il nostro viaggio parte da Milano per arrivare a Rimini, dove la guardia di finanza ha scoperto una truffa milionaria nei confronti del fisco da parte di una famiglia di albergatori.  
TUNISIA AL BIVIO. Alle elezioni legislative del 6 ottobre l’affluenza al voto dei giovani tunisini è stata molto bassa, segno di una profonda disaffezione alla politica e di un diffuso sentimento “anti-sistema”. Reportage di Tv7 nel magma giovanile in fermento nelle periferie di Tunisi, fra rabbia e speranze.
MAMME PER LA PELLE. Thomas, 6 anni, è stato spintonato da un uomo per aver toccato della frutta con le mani. “Torna in Africa, qui ti comporti da persona civile”. Demekech, 9 anni, ha sfiorato accidentalmente la borsetta di una ragazza nella calca: “Doveva affogare nel Mediterraneo come gli altri”, si è sentita dire la madre. Solo due delle decine di storie che ogni settimana raccoglie “Mamme per la pelle”, un’associazione di madri adottive e madri straniere residenti in Italia. Atteggiamenti stigmatizzati fino a pochi anni fa, sempre più spesso vengono rivendicati con orgoglio. E così, il veleno alimentato dal linguaggio d’odio finisce per colpire le stesse famiglie italiane.
PROTESTE E ALGORITMI. Dai tempi della Rivoluzione francese siamo abituati a pensare alle proteste come spontanee, emotive, organizzate solo in parte nella fase iniziale. “Extinction rebellion”, il movimento ambientalista dei cinquantenni che questa settimana sta tenendo banco in oltre 60 città del mondo, fondato da due scienziati, è il primo movimento di attivisti organizzato tramite un algoritmo. Siamo andati nel loro quartier generale dove Julian Roger Hallam spiega che studiano il Modello matematico per raggiungere il successo a partire dalle esperienze di attivismo pacifiche che hanno avuto un impatto sociale nel passato. Da Martin Luther King a Gandhi. Obiettivo: farsi arrestare dalla polizia nel maggior numero possibile per fare scalpore.
LA NEW YORK DEGLI HOMELESS. A New York, nelle vie di Chinatown, quattro senza tetto vengono uccisi mentre dormono, presi a sprangate da un altro senzatetto. Un quinto è in gravi condizioni. Tv7 documenta una delle più endemiche e grosse contraddizioni della Grande Mela: la metropoli per miliardari nasconde un homeless ogni 4 abitanti. In totale ce ne sono 61mila, il record assoluto dai tempi della grande depressione mentre l’economia americana sembra andare a gonfie vele con un tasso di disoccupazione al 3,5%, il più basso degli ultimi 50 anni.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *