martedì, Novembre 24, 2020
Home > Italia > Frode nelle forniture pubbliche: sequestrati alimenti difformi destinati alle mense regionali

Frode nelle forniture pubbliche: sequestrati alimenti difformi destinati alle mense regionali

< img src="https://www.la-notizia.net/aosta" alt="aosta"

AOSTA – Nell’ambito di una più ampia strategia a livello nazionale attuata dai Carabinieri NAS per le verifiche di e mense scolastiche e delle pubbliche amministrazioni, il NAS Carabinieri di Aosta ha individuato e sequestrato penalmente oltre 700 confezioni di prodotti alimentari detenute presso una struttura privata incaricata di fornire pasti ad enti pubblici valdostani.

Il sequestro è risultato necessario poiché, a seguito dell’ispezione igienico-sanitaria presso l’attività di preparazione di pietanze, è emerso che diverse tipologie di prodotti alimentari, tra le quali confezioni di miele, formaggi e latte vaccino, bottiglie di olio extravergine ed acqua per complessivi 250 chilogrammi, risultavano difformi per qualità ed origine rispetto a quanto previsto nei capitolati dei contratti di fornitura stipulati con la P.A..

Ad esito delle verifiche e riscontro della differente qualità degli alimenti rispetto agli obblighi concordati, il legale responsabile della ditta di ristorazione collettiva è stato deferito all’Autorità giudiziaria di Aosta per l’ipotesi di reato di frode continuata nelle pubbliche forniture. L’operazione ha consentito ai militari del NAS di impedire che i prodotti venissero destinati, in carenza di qualità organolettica e commerciale, alle mense ed ai servizi di ristorazione di Amministrazioni pubbliche come scuole ed ospedali presenti nella regione Valle d’Aosta. Durante il controllo sono inoltre emerse criticità igienico-sanitarie che hanno comportato la contestazione di violazioni amministrative pecuniarie e l’imposizione all’azienda di catering di adottare misure correttive urgenti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *