sabato, Ottobre 24, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Anticipazioni per “PROVINCIA CAPITALE” del 17 novembre alle 10.30 su RAI 3: visita ad Arezzo

Anticipazioni per “PROVINCIA CAPITALE” del 17 novembre alle 10.30 su RAI 3: visita ad Arezzo

provincia capitale brescia
Anticipazioni per “PROVINCIA CAPITALE” del 17 novembre alle 10.30 su RAI 3: visita ad Arezzo
Risultati immagini per arezzo wikipedia
Una piccola culla di grandi personaggi. Il pittore Piero della Francesca e il poeta Pietro Aretino, il primo storico d’arte Giorgio Vasari e il politico Amintore Fanfani, che deviò l’autostrada verso la sua città natale. Arezzo, centomila abitanti, ha sempre rifiutato l’ombra di Siena e Firenze, splendendo di arte e storia proprie. Edoardo Camurri racconta la Toscana che guarda all’Umbria nella puntata di “Provincia Capitale”, il programma di Rai Cultura in onda domenica 17 novembre alle 10.30 su Rai3 e lunedì 18 novembre alle 22.10 su Rai Storia. Lo splendore di Arezzo è anche quello dell’oro. L’orafo Carlo Badii e il visual designer Riccardo Falcinelli illustrano la storia del metallo più nobile, del suo significato oggi e di come la città sia diventata un centro di gioielleria. Arezzo però è anche cultura. Nella vicina Pieve Santo Stefano la direttrice Natalia Cangi mostra a Camurri la Biblioteca dei Diari, in cui sono custodite oltre 8mila memorie. Il progetto nasce nel 1984 grazie al giornalista Saverio Tutino e oggi Pieve è “la città del diario”. Sulla memoria e di come essa si relazioni col futuro è anche l’intervento del filosofo Maurizio Ferraris. Oltre all’autostrada di Fanfani la storia di Arezzo nel Novecento è legata al nome del capo della loggia massonica P2 Licio Gelli, che qui abitava a Villa Wanda. Raffaele Alberto Ventura, autore di “Teoria della classe disagiata”, affronta i temi delle cospirazioni e del complottismo, mentre il giornalista Sergio Rossi, del quotidiano la Nazione, stila la sua hit parade delle notizie più rilevanti per la città. Chiude la puntata la Giostra di Arezzo in cui si affrontano i quattro quartieri della città.
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *