domenica, 15 Dicembre, 2019
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film della settimana consigliato in TV: “X-MEN” giovedì 28 novembre 2019

Il film della settimana consigliato in TV: “X-MEN” giovedì 28 novembre 2019

film x-men

Il film della settimana consigliato in TV: “X-MEN” giovedì 28 novembre 2019 alle 21:00 su 20 MEDIASET (Canale 20) 

X-menmovie.JPG

X-Men è un film del 2000 diretto da Bryan Singer. La pellicola prende ispirazione dall’omonima serie a fumetti edita dalla Marvel Comics, creata nel 1963 dallo scrittore Stan Lee e dal disegnatore Jack Kirby. Il film uscì nelle sale statunitensi il 14 luglio 2000, mentre nelle sale italiane il 27 ottobre dello stesso anno.

Fra gli attori principali, Patrick Stewart nel ruolo dell’idealista Professor XIan McKellen in quello del suo migliore amico ma rivale Magneto ed i due all’epoca poco conosciuti Hugh Jackman e Halle Berry, nei ruoli rispettivamente di Wolverine e di Tempesta, portati al successo proprio da questa pellicola. Per gli altri ruoli furono ingaggiati James MarsdenFamke Janssen, il premio Oscar Anna PaquinRebecca RomijnTyler Mane e Ray Park; quest’ultimo omaggia il personaggio di Darth Maul, interpretato da lui in Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma, durante il combattimento contro Tempesta dove inscena un breve balletto le cui movenze ricordano quelle del personaggio.

A differenza del fumetto originale, i personaggi non vestono i loro tipici costumi colorati per scelta del regista Bryan Singer. A proposito di questa scelta, nel film c’è una piccola citazione: quando i protagonisti stanno per partire verso Liberty IslandWolverine indossa la tuta nera del gruppo e chiede se veramente gli X-Men siano soliti indossare tute simili; Ciclope gli risponde «Preferiresti una calzamaglia gialla?», riferendosi ovviamente al tipico costume di Wolverine nei fumetti.

Sebbene fosse un prodotto di ispirazione MarvelX-Men, insieme a Blade e Blade II, sono gli unici film a non riportarne il logo della casa editrice all’inizio della pellicola; il logo della Marvel fu introdotto a partire da Spider-Man e, nella saga, da X-Men 2.

Polonia1944. In un campo di concentramento, durante la seconda guerra mondiale, un ragazzo di origini ebraiche di nome Erik Lehnsherr viene separato violentemente dai suoi familiari. Si tratta di un mutante, e la sua collera arriverà a contorcere il cancello di metallo che lo separa dalla madre, trascinata all’interno del campo. Erik, disperato, è trattenuto dai soldati nazisti. Circa sessanta anni dopo, una ragazza di nome Marie conduce una vita serena e, nell’intimità della sua stanza, scambia il suo primo bacio con il suo ragazzo. Si scopre che è anch’essa una mutante, quando il ragazzo rimane quasi ucciso dopo aver toccato le sue labbra. Spaventata per l’accaduto, decide di fuggire.

Washington, durante un congresso, il senatore Kelly cerca di far passare la legge sulla “Registrazione dei mutanti”, facendo notare quanto questi siano pericolosi per la civiltà potendo rimanere nascosti. Nonostante il parere contrario della dottoressa Jean Grey, la popolazione sembra supportarlo. Anche Erik Lehnsherr è presente al congresso e viene avvicinato dal professor Charles Xavier, che scopriamo essere un vecchio amico dell’ormai anziano Erik Lehnsherr che spiega a Xavier che prima o poi ci sarà una guerra tra mutanti ed esseri umani, ma lui, riuscito a sopravvivere agli orrori dei campi di concentramento, teme che possa accadere una situazione analoga. Intanto Marie arriva in Canada dove incontra in un bar l’ambiguo e solitario Logan, un mutante con capacità rigenerative e di far emergere degli artigli dalle proprie mani che negli incontri di lotta clandestini a cui partecipa viene soprannominato Wolverine (termine inglese per il ghiottone, grosso parente della martora e della faina tipico delle foreste del nord). I due fanno amicizia, ma vengono fermati da un energumeno di nome Sabretooth, che attacca Logan con cui sembra condividere alcuni poteri. L’arrivo di altri due mutanti, Tempesta e Ciclope, mette in fuga il bestione e questi salvano sia Marie che Logan.

Logan si risveglia alla X-Mansion, una scuola privata per giovani mutanti, dove incontra il Professor Xavier; questi gli spiega di essere anch’egli un mutante, un potente telepate, e che ha costruito una scuola per “giovani dotati” allo scopo di insegnare ai ragazzi ad usare al meglio i propri poteri (anche dal punto di vista etico). Wolverine fa la conoscenza del gruppo degli X-Men, mutanti odiati da quegli esseri umani che loro stessi difendono: Scott Summers alias Ciclope, il leader del gruppo, che può emettere potenti raggi dagli occhi; Ororo Munroe alias Tempesta, che può comandare gli agenti atmosferici; Jean Grey, fidanzata di Scott, telepate e dotata di enormi poteri telecinetici di cui lei stessa ignora le potenzialità. Charles spiega quali sono i poteri di Marie, soprannominata Rogue: ella può assorbire i poteri degli altri mutanti, ma i suoi poteri sugli umani hanno invece l’effetto di assorbire la forza vitale e la memoria. Xavier spiega a Logan che c’è anche un gruppo di mutanti malvagi, conosciuto come la Confraternita, e di cui fanno parte Erik Lehnsherr alias Magneto, suo ex amico, che può manipolare i metalli; Victor Creed alias Sabretooth, potente bestione primordiale; Mortimer Toynbee alias Toad, un ranocchio umano; Raven Darkholme alias Mystica, una mutaforma.

Secondo Xavier, Magneto vuole qualcosa da Wolverine e chiede al mutante di combattere al fianco degli X-Men promettendogli di rivelargli tutto sul suo passato, di cui Wolverine non ha più memoria. Rogue intanto inizia a frequentare anche lei le lezioni alla X-Mansion e qui conosce John Allerdyce un giovane mutante con poterie pirocinetici e Bobby Drake, in grado di manipolare il ghiaccio, dal quale rimane attratta. Il senatore Kelly nel frattempo viene rapito e portato nel covo di Magneto sull’isola di Genosha, dove questi gli mostra un macchinario, da lui ideato, che è in grado di trasformare gli umani in mutanti. Kelly viene usato per testare la macchina che gli conferisce la capacità di rendersi liquido; con i suoi nuovi poteri Kelly riesce a fuggire. Quella notte Rogue sveglia Wolverine mentre sta avendo un incubo sul suo passato, e in quel momento Logan si sveglia, trafiggendola con i suoi artigli; Rogue però riesce ad assorbire per un breve momento i poteri rigenerativi di Logan salvandosi la vita. Poco dopo Mystica, assumendo le sembianze di Bobby le rivela che Xavier è arrabbiato con lei e che dovrebbe lasciare la scuola. Charles, venuto a sapere della fuga di Marie, la rintraccia usando Cerebro (un apparecchio che estende i suoi poteri telepatici), e gli X-Men si dirigono alla stazione del treno per recuperarla; nel mentre però Raven accede a Cerebro e sabota il macchinario in quanto è stato costruito sia da Charles che da Erik.

Logan riesce a trovare Marie e a convincerla a tornare ma in quel momento giungono Magneto con la sua Confraternita e nonostante l’intervento di Xavier, che prova a controllare a distanza la mente di Sabertooth, Wolverine è costretto a lasciare la ragazza alla mercé della Confraternita, quando Magneto minaccia la vita delle autorità giunte sul posto. Charles prova allora a usare Cerebro per individuare Erik, ma il virus posto nella macchina da Mystica lo fa cadere in coma. Successivamente Kelly giunge al Maniero in cerca di aiuto e, sotto gli occhi inorriditi di Ororo la sua mutazione accelera esponenzialmente fino ad ucciderlo. Gli X-Men scoprono così che la macchina di Magneto può trasformare gli umani non in grado di reggere il gene mutante in invertebrati che muoiono nel giro di poche ore. Wolverine capisce quindi che in realtà Magneto vuole Rogue per sfruttare il suo potere: usare la macchina lo ha quasi ucciso, pertanto Erik vuole passare i suoi poteri a Rogue e usarla per dare energia alla macchina.

Jean allora aggiusta Cerebro e con un immenso sforzo usa i suoi limitati poteri telepatici per localizzare Magneto: egli si trova sulla Statua della Libertà dalla quale potrà attivare il suo macchinario e “mutare” milioni di persone nel centro di New York, tra cui tutti i potenti della Terra riuniti ad un Summit per l’approvazione della legge sulla Registrazione dei mutanti. Wolverine si unisce così agli X-Men e il gruppo parte alla volta di Libery Island dove ad attenderli ci sono i mutanti della Confraternita. Nella battaglia seguente, Toad viene folgorato da Tempesta, mentre Wolverine riesce a sconfiggere Mystica per poi affrontare Sabertooth in un violento corpo a corpo dal quale ne esce vincitore con l’aiuto di Jean e Ciclope. Successivamente Scott riesce a colpire Magneto e Logan trasferisce i suoi poteri a Rogue per rinvigorirla. Ripresosi dal coma in contemporanea con Charles, Wolverine parte per Alkali Lake, luogo dove crede di poter trovare indizi sul suo passato, Mystica finge di essere il Senatore Kelly, mentre il Professor Xavier va a far visita a Magneto nella sua prigione di plastica.

Regia di Bryan Singer

Con: Hugh Jackman, Patrick Stewart, Famke Janssen, James Marsden ed Halle Berry

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: