venerdì, Ottobre 23, 2020
Home > Abruzzo > A Teramo EIT Food: la Comunità Europea della conoscenza e dell’innovazione per l’alimentare

A Teramo EIT Food: la Comunità Europea della conoscenza e dell’innovazione per l’alimentare

teramo

Teramo – Su iniziativa del preside della Facoltà di Bioscienze e tecnologie agroalimentari e ambientali, Enrico Dainese, si terrà a Teramo la presentazione di EIT Food, l’organismo indipendente dell’Unione Europea fondato nel 2008 per stimolare l’innovazione e l’imprenditorialità in tutta Europa, declinato in questo caso in campo alimentare.

L’appuntamento è organizzato in collaborazione con l’Università di Bari – HUB di EIT Food in Italia per 12 regioni ‒ e si terrà martedì 3 dicembre, alle ore 9.00, nella Sala delle lauree del Polo didattico “Silvio Spaventa”.

Dopo i saluti del rettore Dino Mastrocola, il preside Enrico Dainese aprirà i lavori. Interverranno: Maria De Angelis responsabile di EIT Food HUB Italy che parlerà del ruolo dell’Università di Bari; il preside della Facoltà di Scienze della Comunicazione di Teramo Christian Corsi che presenterà il ruolo di Contamination-Lab in tema di opportunità e sviluppo; Ciro Nardinocchi del Polo Agire; Paola Pittia delegata del Rettore di Teramo all’internazionalizzazione che parlerà degli stakeholders dell’ecosistema agroalimentare italiano; Michele Pisante docente dell’Università di Teramo componente del Cluster Agrifood nazionale e Fabio Minervini di EIT Food HUB Italy.

L’European Institute of Innovation and Technology (EIT) interviene attraverso il suo braccio operativo, le Comunità della Conoscenza e dell’Innovazione (CIC), che creano le condizioni in cui l’innovazione ha maggiori probabilità di prosperare e generare scoperte.

EIT Food è una Comunità della Conoscenza e dell’Innovazione (CIC) creata per trasformare il nostro ecosistema alimentare. Collegando i consumatori con aziende, start-up, ricercatori e studenti di tutta Europa, EIT Food sostiene iniziative innovative e sostenibili dal punto di vista economico, che migliorano la salute, l’accesso ad alimenti di qualità e l’ambiente.

EIT Food coinvolge i consumatori nel processo di cambiamento, migliora la nutrizione e rende il sistema alimentare più efficiente, sicuro, trasparente e affidabile.

EIT Food è una rete con una base societaria di 50 principali aziende alimentari ed enti di ricerca e d’insegnamento europei, oltre che l’Associazione RisingFoodStars, in cui sono riunite le migliori startup di tecnologia agroalimentare d’Europa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *