giovedì, 20 Febbraio, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film d’animazione stasera in TV: “ROBIN HOOD” martedì 10 dicembre 2019

Il film d’animazione stasera in TV: “ROBIN HOOD” martedì 10 dicembre 2019

film Robin Hood

Il film d’animazione stasera in TV: “ROBIN HOOD” martedì 10 dicembre 2019 alle 21:15 su PARAMOUNT Network (Canale 27)

Robin Hood (film Disney).png

Robin Hood è un film del 1973 diretto da Wolfgang Reitherman. È un film d’animazione prodotto dalla Walt Disney Productions e distribuito negli Stati Uniti l’8 novembre 1973. È il 21º Classico Disney ed è basato sulla leggenda di Robin Hood, utilizzando però animali antropomorfi al posto delle persone. È il primo Classico Disney la cui produzione sia cominciata dopo la morte di Walt Disney e in cui quest’ultimo non sia stato coinvolto in alcun modo.

È la fine del XII secolo e Robin Longstride (diventato orfano da bambino ancora senza sapere il motivo), è un nobile e semplice arciere militare inglese, impegnato in Francia nella guerra dopo le crociate, dichiarata dall’Inghilterra per tornare in possesso dei propri feudi plantageneti che erano rimasti in Normandia e Aquitania. In seguito alla morte in battaglia del buon re d’Inghilterra Riccardo Cuor di Leone, Robin e tre altri soldati amici suoi (Alan Dale, Little John e Will Scarlett), tentano di ritornare in patria, dopo dieci anni di battaglie all’estero contro i saraceni e i francesi, i quali sono guidati dallo spietato e sanguinario Sir Godfrey, un nobile inglese in realtà fedele al re di Francia Filippo Capeto. Lungo la via del ritorno Robin e gli amici si imbattono nell’imboscata che Godfrey tende alla Guardia Reale inglese. Il Re di Francia, in precedenza, aveva ordinato a Godfrey di assassinare Riccardo. Subito dopo l’imboscata Godfrey, parlando con una delle vittime, scopre che il Re è già stato ucciso in battaglia e, all’arrivo di Robin, fugge via trafiggendo a morte la vittima. Con lo scopo di ritornare in Inghilterra ricchi e in salute, Robin ed i suoi uomini prendono armi e denaro dai cavalieri uccisi nell’imboscata, oltre alla corona da riportare a Londra. Prima di lasciare la scena del massacro, Robin promette alla vittima uccisa da Godfrey (la quale è un cavaliere e generale, Sir Robert Locksley) di riportare al padre la sua spada a Nottingham.

Il gallo menestrello Cantagallo racconta che Robin Hood e Little John vivono nella foresta di Sherwood, rubando ai ricchi per dare ai poveri abitanti di Nottingham. Lo Sceriffo di Nottingham ed i suoi soldati spesso cercano di catturare e uccidere i due, ma falliscono ogni volta. Nel frattempo, il perfido Principe Giovanni ed il suo consigliere Sir Biss arrivano a Nottingham. Sir Biss ha ipnotizzato il fratello del Principe Giovanni, Re Riccardo, convincendolo a partire per le Crociate, permettendo al Principe Giovanni di prenderne il trono. Purtroppo il principe è avido, siccome opprime i poveri con tasse ingiuste, e anche immaturo, dal momento che si succhia il pollice ogni volta che viene nominata sua madre e fa le bizze quando non ottiene ciò che vuole. Robin Hood e Little John derubano il Principe Giovanni travestendosi da chiromanti, spingendo così il principe a dare una grossa ricompensa a chi cattura Robin Hood e a far fare allo sceriffo l’esattore fiscale personale.

Lo Sceriffo tassa il fabbro Otto ed una famiglia di conigli. Tuttavia, Robin restituisce un po’ di soldi ai conigli, regalando il suo cappello ed il kit di tiro con l’arco al giovane coniglietto Saetta per il suo compleanno. Saetta ed i suoi amici testano il kit di tiro con l’arco, ma Saetta lancia una freccia nei terreni del castello di Lady Marian, nipote di Re Riccardo. I bambini si intrufolano all’interno, incontrando Lady Marian e la sua dama di compagnia Lady Cocca. Lady Marian rivela che lei e Robin erano fidanzati da piccoli, ma non si vedono da anni.

Nel frattempo il buon frate Fra Tuck fa visita a Robin Hood e Little John nella foresta, spiegando che il Principe Giovanni ha indetto un torneo di tiro con l’arco ed il vincitore riceverà come premio un bacio da Lady Marian. Robin accetta di partecipare al torneo travestito da cicogna, sotto il nome di Gambe a Spillo, mentre Little John si traveste come il Duca Reginald di Whisky per avvicinarsi al Principe Giovanni. Sir Biss scopre l’identità di Robin Hood, ma viene intrappolato in una botte di birra da Fra Tuck e Cantagallo perché non possa avvisare il Principe. Robin Hood vince il torneo, ma il Principe Giovanni lo smaschera e lo condanna a morte. Il fuorilegge riesce però a scappare grazie all’aiuto di Little John e, nello scontro che ne segue, tutto il popolo si rifugia nella foresta di Sherwood.

Nella foresta, Robin e Lady Marian si innamorano di nuovo, mentre i paesani si fanno beffe del Principe Giovanni, descrivendolo come “il Re Fasullo d’Inghilterra”. Il Principe Giovanni scopre tutto e, infuriato per l’insulto subito, triplica le tasse e imprigiona tutti gli abitanti della città, siccome non possono permettersi di pagare. Lo Sceriffo visita la chiesa di Fra Tuck per rubare dalla cassetta delle elemosine, facendo infuriare il frate, che viene ingiustamente arrestato. Il Principe Giovanni prevede di impiccare Fra Tuck per attirare Robin Hood in un’altra trappola e ucciderlo.

Robin Hood e Little John si intrufolano nottetempo nel castello. Mentre Little John libera i prigionieri, Robin ruba le tasse al Principe Giovanni, ma Sir Biss si sveglia trovando l’eroe in fuga. Tutti i detenuti riescono a fuggire con i soldi, ma Robin, per salvare la sorellina di Saetta, rimasta indietro, viene confinato fra le mura del castello e preso di mira dai soldati. Lo Sceriffo mette alle strette Robin Hood dando fuoco al castello. Per salvarsi dall’incendio, Robin salta da una torre nel sottostante fossato d’acqua che circonda il castello.

Little John e Saetta guardano preoccupati la pozza bersagliata dalle frecce con Robin Hood al di sotto, ma poco dopo l’eroe emerge incolume. Il Principe Giovanni si dispera e viene preso da una rabbia cieca quando Sir Biss sottolinea che il castello di sua madre è in fiamme. Re Riccardo torna in Inghilterra, mettendo il fratello ed i suoi scagnozzi ai lavori forzati e permettendo a Robin Hood e Lady Marian di sposarsi e lasciare Nottingham con Little John e Saetta al seguito.

Personaggi

  • Robin Hood: una volpe maschio, è un astuto e generoso ladro gentiluomo che ruba ai ricchi per dare ai poveri. Adorato dal popolo di Nottingham, nonché loro unica speranza contro le ingiustizie, è inoltre agile, bravissimo sia nel travestimento che a recitare, e praticamente imbattibile nel tiro con l’arco. Durante il film si traveste da Chiromante, da cicogna, e da mendicante cieco.
  • Little John: un orso, il migliore amico di Robin Hood e suo compagno in tutte le sue scorribande, ma non è convinto che sia giusto rubare ai reali. È meno spericolato di Robin, ma comunque forte, agile, bravissimo sia nel travestimento che come attore, e pure abile nel combattimento armato.
  • Principe Giovanni: è un leone senza criniera corrispondente al personaggio storico di Giovanni Senzaterra. Arrogante, avido, spietato, pavido e infantile, usurpa il trono e la corona del fratello re Riccardo. Odiato e deriso dal popolo di Notthingham, spesso si succhia il pollice.
  • Sceriffo di Nottingham: un grosso lupo esattore delle tasse che arresta tutti quelli che non possono pagare per ordine del principe Giovanni. È vanitoso, prepotente e spietato, in quanto riscuote le tasse anche ai disabili e arriva perfino a rubare in chiesa nella cassetta delle elemosine. Nonostante la sua fedeltà al Principe Giovanni, si prende gioco di lui, cantando “Giovanni re fasullo d’Inghilterra” alle sue spalle. Si mostra abusivo e offensivo anche nei confronti dei suoi soldati Tonto e Crucco.
  • Sir Biss: il serpente consigliere del principe Giovanni. È ruffiano, scrupoloso e molto sfortunato. È sempre leale e di supporto morale al principe, ma non viene mai ascoltato da lui, che continua a maltrattarlo, usandolo come oggetto di sfogo. Alla fine del film viene arrestato anche lui, ma riesce almeno a prendersi la rivincita sul Principe, facendo in modo che una roccia che stava spaccando gli finisse sul piede. Ha più moralità rispetto agli altri antagonisti, in quanto prova orrore quando il Principe Giovanni vuole impiccare Fra Tuck, anche se soprattutto perché all’epoca un crimine contro il clero rischiava l’esclusione dalla Chiesa.
  • Lady Marian: una volpe femmina, nipote di re Riccardo. È molto buona, dolce e sensibile. Fidanzata di Robin Hood fin dall’infanzia, se ne innamora quando lo reincontra a distanza di molti anni. I due si sposano alla fine del film.
  • Fra Tuck: un tasso, il buon frate, grande amico di Robin Hood e Little John che aiuta a sfamare gli abitanti poveri di Nottingham. È buono, confortante, altruista e paziente, tuttavia perde la pazienza e insulta lo Sceriffo, e arriva anche a prenderlo a bastonate.
  • Cantagallo: un gallo, il menestrello che racconta la storia. Malgrado il suo ruolo, ha comunque una parte all’interno della storia, venendo anche arrestato per insolvenza e poi liberato da Little John.
  • Lady Cocca: una gallina, dama di compagnia di Lady Marian. È buona, spiritosa e all’occorrenza forte.
  • Tonto e Crucco: due avvoltoi, soldati agli ordini dello Sceriffo. Il primo è sciocco e armato di un’ascia da guerra, l’altro è più sospettoso e armato di balestra. Fino alla fine del film seguono gli ordini dello Sceriffo, ma quando torna Re Riccardo, passano dalla sua parte e fanno la guardia al Principe Giovanni, allo Sceriffo e a Sir Biss dopo che sono condannati ai lavori forzati.
  • Saetta: un coniglietto, grande fan di Robin Hood. Al suo settimo compleanno riceve in regalo da Robin il suo cappello e il suo kit di tiro con l’arco. Sveglio e coraggioso, viene sempre seguito dalla sorella maggiore Codicillo, dalla sorellina Coniglietta e dall’amico Tobia, una tartaruga.
  • Otto: un bloodhound, il fabbro di Nottingham. È costretto a lavorare, nonostante la sua gamba ingessata. Viene arrestato anche lui per insolvenza e poi viene liberato da Little John.
  • Re Riccardo: un leone, fratello del Principe Giovanni. Viene menzionato spesso, ma compare solo alla fine del film. Ha combattuto in una crociata in Terra Santa, e al ritorno ristabilisce l’ordine a Notthingham, perdona Robin Hood e condanna il Principe Giovanni.

Regia di Wolfgang Reitherman

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *