domenica, Ottobre 25, 2020
Home > Italia > “Prima le molestie, poi il licenziamento. Davo fastidio perchè immigrata”

“Prima le molestie, poi il licenziamento. Davo fastidio perchè immigrata”

immigrata

“Ho rifiutato le avances sessuali, mi hanno rovinato la vita. Il mio problema? Essere immigrata”

“Nella giornata di ieri, presso il Tribunale di Genova, si è svolta la seconda udienza della vertenza di lavoro della Sig.ra Aleksandra Matikj, che sostiene di essere stata deliberatamente ed illegittimamente licenziata presso gli uffici dell’azienda di shipping israeliana presso la quale ha lavorato come contabile”, spiega l’Avvocato della parte lesa Simone Bertuccio. “

Abbiamo proposto causa per discriminazione, mobbing e demansionamento, chiedendo danni quantificati in complessivi euro 500mila per tutto il pregiudizio sofferto della Sig.ra Matikj. Oggi è stata sentita sia lei che il legale rappresentante dell’azienda, il quale è apparso non a conoscenza dei fatti di causa. Dopo una lunga udienza, la causa è stata rinviata al 12 marzo 2020 per la decisione sulle istanze istruttorie”.

“Nonostante gli anni precedenti – commenta la Matikj – , mai ho smesso di credere nel sistema giudiziario perché, nonostante diverse considerazioni sbagliate, finalmente la verità sta manifestandosi in piena luce. Abbiamo da presentare ancora tanto. Sono molto fiduciosa, soprattutto per quelle che saranno le testimonianze, come quella del Dirigente generale dell’epoca, noto a tutti come portavoce di CasaPound. Sono certa che, la sua, e quella degli altri testi, saranno a dir poco illuminanti per la Corte giudiziaria. Umilmente però, colgo l’occasione anche oggi di invitare tutte le Donne, Italiane e Migranti, a denunciare se molestate sui posti di lavoro perché anche se si ha paura, è l’unico modo giusto per ottenere giustizia”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *