venerdì, Dicembre 4, 2020
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per il “CONCERTO di NATALE alla SCALA” su RAI 1 del 24 dicembre: “L’enfance de Christ” di Berlioz diretto da Sir Gardiner

Anticipazioni per il “CONCERTO di NATALE alla SCALA” su RAI 1 del 24 dicembre: “L’enfance de Christ” di Berlioz diretto da Sir Gardiner

concerto di natale alla scala 2018

Anticipazioni per il “CONCERTO di NATALE alla SCALA” su RAI 1 del 24 dicembre: “L’enfance de Christ” di Berlioz diretto da Sir Gardiner

Risultati immagini per concerto di natale alla scala

Una festa musicale e spirituale per celebrare la vigilia di Natale con un prezioso capolavoro di soavità e dolcezza. È la trilogia sacra L’enfance du Christ per soli, coro e orchestra op. 25 di Hector Berlioz, proposta per il tradizionale Concerto di Natale del Teatro alla Scala, che Rai Cultura propone in prima tv martedì 24 dicembre alle 9.15 su Rai1, con replica mercoledì 25 dicembre alle 21.15 su Rai5. Protagonista sul podio del Coro e dell’Orchestra del Teatro alla Scala il Maestro Sir John Eliot Gardiner, direttore inglese fra i più rinomati del nostro tempo, che con L’enfance du Christ rende omaggio all’amato Berlioz nel 150° anniversario della scomparsa. Sul palco un quintetto di solisti di prestigio quali il tenore Allan Clayton (Récitant/Un Centurion), il mezzosoprano Ann Hallenberg (Sainte Marie), i baritoni Lionel Lhote (Saint Joseph) e Thomas Dolié (Père de famille/Polydorus) e il basso Nicolas Courjal (Hérode), affiancato dal Coro del Teatro alla Scala istruito da Bruno Casoni. 
L’appuntamento – che si inserisce nel ciclo che Rai Cultura dedica ai concerti scaligeri di Natale per lo spazio “Sabato classica”, in programma dal 14 al 28 dicembre per tre sabati consecutivi – è l’occasione per ripercorrere gli episodi della fuga in Egitto della Sacra Famiglia attraverso la «petite sainteté» di Berlioz. Terminata nel luglio 1854 ed eseguita con grande successo pochi mesi dopo alla sala Herz di Parigi, la trilogia è un’opera anomala nel catalogo dell’autore romantico, che stempera il suo sbandierato ateismo sfoderando sonorità delicate e melodie di arcaica semplicità. Regia televisiva di Arnalda Canali.  

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *