giovedì, Ottobre 29, 2020
Home > Marche > Porto Recanati, nascondeva la droga sotto la suola delle scarpe: arrestato 30enne

Porto Recanati, nascondeva la droga sotto la suola delle scarpe: arrestato 30enne

porto recanati

I Carabinieri del Comando Provinciale di Macerata – agli ordini del Colonnello Michele ROBERTI – nell’ambito di un servizio coordinato a largo raggio, finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, nel pomeriggio di ieri hanno proceduto al controllo su strada di complessive 250 persone, sia nell’entroterra (tra TOLENTINO e CAMERINO) che sulla costa (tra CIVITANOVA e PORTO RECANATI), sequestrando 115 grammi di eroina e traendo in arresto 1 soggetto di origine pakistana nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Il dispositivo ha visto l’impiego di complessive 20 pattuglie – con militari degli organi investigativi del Reparto Operativo, della Sezione Operativa di Macerata e delle rispettive Compagnie – dispiegate a tappeto su tutte le stazioni ferroviarie e i terminal di pullman con tratta nazionale ricadenti nel territorio provinciale.

Un arresto presso lo scalo ferroviario di Porto Recanati

In particolare, durante i controlli effettuati presso lo scalo ferroviario di Porto Recanati, alla vista dei Carabinieri, 1 cittadino pakistano, di 30 anni, incensurato, è parso molto agitato, al punto tale che i militari procedevano all’immediata e accurata perquisizione personale, riuscendo a trovare due involucri contenenti stupefacente, ben nascosti, addirittura sotto le 2 suole delle scarpe da ginnastica che indossava.

I 2 pacchetti, avvolti con nastro adesivo, sono risultati contenere complessivi 115 grammi di eroina “brown”, del tipo più raffinato e puro, equamente ripartita.

L’arrestato è stato accompagnato presso il Carcere di Ancona – Montacuto, come disposto dal magistrato di turno della Procura della Repubblica di Macerata.

Lo stupefacente, del tipo eroina “brown sugar”, risultato tra l’altro di qualità pregiata, avrebbe fruttato sulla piazza complessivamente circa 20.000 euro.

I controlli da parte di tutti i Carabinieri del Comando Provinciale di Macerata continueranno anche durante le festività natalizie e di fine anno, secondo le direttive del Procuratore della Repubblica, con l’obiettivo di monitorare a tappeto e arginare il fenomeno dello spaccio di droga, specialmente tra i più giovani.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *