mercoledì, Ottobre 28, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film d’animazione stasera in TV: “ZOOTROPOLIS” domenica 29 dicembre 2019

Il film d’animazione stasera in TV: “ZOOTROPOLIS” domenica 29 dicembre 2019

film zootropolis

Il film d’animazione stasera in TV: “ZOOTROPOLIS” domenica 29 dicembre 2019 alle 21:20 su CANALE 5

Immagine correlata

Zootropolis (Zootopia) è un film d’animazione in computer grafica del 2016 prodotto dai Walt Disney Animation Studios e diretto da Byron Howard e Rich Moore. Vincitore dell’Oscar come miglior film d’animazione nel 2017.

Il film, 55º classico Disney, è stato distribuito nei cinema statunitensi il 4 marzo2016, mentre in Italia è stato distribuito il 18 febbraio. Il film, insieme aOceania, ha segnato la settima volta che due classici Disney sono stati distribuiti nello stesso anno.

Come il classico antesignano Robin Hood del 1973 e quello in CGI successivo Chicken Little – Amici per le penne del 2005, la Disney torna a raccontare una storia con degli animali antropomorfi come protagonisti e senza la presenza di umani, a differenza di Basil l’investigatopo, Le avventure di Winnie the Pooh e il suo seguito, Le avventure di Bianca e Bernie e del suo seguito. Il film è al settimo posto tra i film d’animazione di maggiore incasso della storia del cinema.

Risultati immagini per zootropolis poster

Judy Hopps, una coniglietta originaria di Bunnyburrow, coltiva il suo sogno d’infanzia di diventare un ufficiale di polizia nella grande città di Zootropolis. Malgrado abbia frequentato con grandi risultati l’accademia di polizia, Judy è relegata al ruolo di ausiliario del traffico da parte di Capitan Bogo, un capobufalo, che dubita del suo potenziale a causa delle sue dimensioni. Nel frattempo, Bogo spiega che negli ultimi tempi a Zootropolis sono scomparsi 14 predatori senza lasciare tracce. Al suo primo giorno, Judy si imbatte nella volpe Nick Wilde e nel fennec Finnick, due truffatori.

Il giorno seguente, Judy abbandona il suo lavoro per arrestare Duke Donnolesi, un ladro che ha rubato dei bulbi vegetali noti come Midnicampum Holicithias. Bogo la rimprovera, ma una lontra, Mrs. Otterton entra nell’ufficio del Capitano chiedendo a qualcuno di trovare suo marito Emmitt, il quattordicesimo caso di predatore scomparso a Zootropolis. La protagonista si offre di ritrovare il marito della donna e il bufalo si ritrova costretto ad accettare di affidare a Judy l’incarico poiché l’Assistente del Sindaco, lapecorella Dawn Bellwether, elogia l’intraprendenza di Judy. Bogo concede alla coniglietta 48 ore per trovare Otterton, a condizione che dia le dimissioni se fallisce.

Dopo aver scoperto che Nick era presente nei pressi dell’ultimo avvistamento di Otterton, Judy lo ricatta per aiutarla registrando segretamente una confessione spontanea sulla sua evasione fiscale. Scoprono che Otterton è salito su una limousine di proprietà del criminale Mr. Big, il quale rivela che Otterton, il suo fiorista, è diventato “selvaggio” e ha attaccato il suo autista, Manchas. A casa sua, la pantera Manchas afferma che Otterton aveva menzionato gli “ululatori notturni” dopo l’attacco. Poco dopo, Manchas stesso diventa selvaggio e attacca la coppia. Judy salva Nick bloccando il felino e chiama la Polizia. Quando arrivano Bogo e altri agenti, tuttavia, la pantera è scomparsa. Bogo chiede le dimissioni della coniglietta, ma Nick gli ricorda coraggiosamente che Judy ha ancora 10 ore per risolvere il caso.

Al municipio, Bellwether dà ai due amici l’accesso al sistema di telecamere stradali della città. Scoprono che Manchas è stato catturato dai lupi, che Judy suppone siano gli “ululatori notturni”. Troveranno Otterton e gli altri predatori scomparsi imprigionati al Cliffside Asylum, un vecchio ospedale dismesso fuori città, dove il sindaco, il leone Leodore Lionheart, li tiene nascosti mentre una scienziata cerca di determinare la causa del loro strano comportamento. Lionheart e coloro che sono coinvolti vengono arrestati e Bellwether diventa il nuovo sindaco. Judy, lodata per aver risolto il caso, è ora amica di Nick e gli chiede di unirsi al corpo di Polizia come suo partner. Tuttavia, egli viene sconvolto in una successiva conferenza stampa, in cui Judy suggerisce una causa biologica per il comportamento selvaggio dei predatori, facendolo andare via deluso e arrabbiato. Le sue osservazioni provocano tensioni tra predatori e prede e, presa dai sensi di colpa, Judy abbandona il suo lavoro.

Tornata a Bunnyburrow, Judy capisce che gli ululatori notturni non sono lupi, ma in realtà dei fiori tossici che hanno gravieffetti stupefacenti sui mammiferi. Dopo che lei torna a Zootropolis e si riconcilia con Nick, i due trovano Donnolesi, che dice loro che gli ululatori notturni che stava rubando erano per un montone chiamato Doug. Troveranno Doug in un laboratorio nascosto nei tunnel della metropolitana, dove crea una droga illegale fatta da ululatori notturni, che spara ai predatori con una pistola a dardi.

I due amici si impossessano della pistola e del siero, ma prima che possano raggiungere la centrale di Polizia, Bellwether li trova e ruba le prove, rivelandosi come il capo di una cospirazione che punta alla supremazia delle prede. Judy e Nick sono intrappolati in una teca interrata dopo che Nick rifiuta di abbandonare l’amica quando è ferita. Bellwether spara un proiettile di siero alla volpe per spingerlo ad uccidere la coniglietta e chiama la Polizia, ma la coppia ha sostituito i proiettili di siero nella pistola di Bellwether con dei mirtilli. Furibonda, la pecora minaccia di incolpare Judy e Nick per gli attacchi, ma Judy ha registrato la confessione di Bellwether. Bogo e la Polizia arrivano e Bellwether viene arrestata.

Nel notiziario che segue, Lionheart nega la conoscenza del piano di Bellwether e afferma che il suo sequestro dei predatori impazziti è stata “la cosa sbagliata per la ragione giusta”. Gli animali selvaggi sono curati con un antidoto, Judy ritorna agente e Nick diventa la prima volpe ufficiale della polizia della città, oltre che il suo partner. Infine, per festeggiare, tutti gli abitanti della città assistono al concerto di Gazelle, dove canta la canzone Try Everything.

Personaggi

Gli animali che compaiono sono tutti mammiferi:

  • Judy Hopps: una piccola ma audace coniglietta che ha lasciato la vita di campagna per intraprendere una carriera da poliziotta nella città di Zootropolis. Si ritrova a dimostrare il proprio valore di fronte a tutti coloro che la sottovalutano, compreso Nick, con cui instaura una profonda amicizia.
  • Nicholas “Nick” Wilde: una scaltra e abile volpe esperta nelle truffe, dalla parlantina fluente e sarcastica, che si ritrova a collaborare con Judy per risolvere un particolarissimo caso. Diventerà suo amico e in seguito poliziotto. Malgrado la sua grande astuzia nel corso del film viene imbrogliato numerose volte da Judy.
  • Dawn Bellwether: una pecorella, segretaria personale del sindaco Lionheart, nonché futuro sindaco di Zootropolis. All’apparenza può sembrare dolce e gentile, in realtà nella sua vera natura è crudele e infida e mira al controllo della città. Si rivelerà per questo l’antagonista principale del film.
  • Doug: un montone scienziato e l’antagonista secondario del film. Lavora per Bellwether ed è incaricato di sparare gli ululatori notturni addosso ai predatori per farli divenire selvaggi. Il suo laboratorio si trova all’interno di un vecchio tram sotterraneo.
  • Woolter e Jesse: due montoni assistenti di Bellwether e Doug.
  • Capitano Bogo: un gigantesco e imponente bufalo cafro, capo del dipartimento di polizia di Zootropolis. Ha pregiudizi su conigli e volpi, di cui si ricrede in seguito. Inoltre è un fan di Gazelle.
  • Benjamin Clawhauser: un grasso e amichevole ghepardo, impiegato al dipartimento di polizia, goloso di ciambelle e grande fan di Gazelle.
  • Bonnie e Stu Hopps: i genitori di Judy, due conigli che lavorano in una fattoria con 275 figli, e che temono per le aspirazioni spropositate di Judy.
  • Yax: un illuminato e flemmatico yak, responsabile di un club di naturisti. Aiuta Nick e Judy nelle indagini, mostrando di avere più memoria di un elefante.
  • Sindaco Leodore Lionheart: un leone, rispettabile e severo ma pomposo sindaco di Zootropolis. È il responsabile della sparizione dei mammiferi selvaggi che commenta essere stata “la classica situazione in cui fai la cosa sbagliata per la giusta causa”, quindi Judy lo arresta per aver sequestrato gli animali inselvatichiti. Guarda molto dall’alto in basso la segretaria Bellwether.
  • Signora Otterton: una lontra nordamericana di fiume, moglie di Emmit Otterton e madre dei loro due figli, che si rivolge a Judy per la scomparsa del marito.
  • Duke Donnolesi (Duke Weaselton): donnola ladruncola che in seguito diventa un venditore di DVD rimasterizzati. Egli ha rubato gli ululatori notturni per conto di Doug e rivelerà ( minacciato da Mr.Big) chi è e dove effettua lo scambio con lui, mettendoli in guardia sul fatto che Doug non ha un’indole amichevole.
  • Gazelle: una popolarissima gazzella, avvenente popstar, che tiene a cuore le sorti della città.
  • Flash: un bradipo che lavora con ritmi estremamente lenti alla motorizzazione; nonostante la sua lentezza, tende a guidare a tutta velocità.
  • Mr. Big: un toporagno a capo di una potente organizzazione criminale. Sebbene dal carattere spietato, e pur avendo un conto in sospeso con Nick, dopo aver saputo che Judy ha salvato la vita di sua figlia Fru Fru, perdona lei e Nick e li aiuta nel caso.
  • Gideon Grey: una volpe che da piccolo era un bullo, tanto da graffiare Judy dopo che lei ha cercato di difendere le sue vittime, tuttavia, da adulto, si pente e lavora onestamente da pasticciere, socio del padre di Judy.
  • Jerry Jumbeaux Jr.: un elefante africano che gestisce una gelateria per elefanti chiamata Jumbeaux’s Café.
  • Manchas: un giaguaro melanico, autista di limousine, ennesima vittima dei rapimenti.
  • Finnick: un fennec, di taglia talmente piccola da fingersi un infante nelle truffe insieme a Nick; inoltre, nonostante il suo aspetto carino ha un carattere intrattabile.
  • Fru Fru: un toporagno femmina, figlia di Mr. Big. Viene salvata da Judy e ne diventa amica. Salva lei e Nick da suo padre e la sceglie come madrina della sua futura figlia, che chiamerà proprio Judy.
  • Agente McHorn: un rinoceronte nero, membro del dipartimento di polizia di Zootropolis.

Regia di  Byron Howard e Rich Moore

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *