lunedì, Ottobre 25, 2021
Home > Italia > Luigi Di Maio: “Priorità Libia. Serve subito un cessate il fuoco”

Luigi Di Maio: “Priorità Libia. Serve subito un cessate il fuoco”

libia

Mentre la situazione in Medio Oriente si fa sempre più incandescente, ed il premier Conte ribadisce l’esigenza a questo proposito di uno stretto raccondo europeo, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio afferma con forza che “non esistono soluzioni militari alla crisi”, riportando i riflettori, oltre che sulle vicende che si stanno svolgendo in Iran ed in Iraq, sulla Libia. “Priorità: Libia. Oggi giornata intensa- ha scritto questa notte su Facebook -, siamo da poco rientrati a Roma. Stamani sono stato Bruxelles e nel pomeriggio a Istanbul per incontrare il ministro turco Çavuşoğlu. Quella in corso è una guerra per procura, dobbiamo essere franchi e parlarci chiaro, puntando al dialogo e coinvolgendo tutti. È quello che stiamo facendo come governo. Lo ripetiamo: non esistono soluzioni militari alla crisi in corso. Ricordiamo bene gli errori del passato, in particolare l’intervento Nato del 2011. Certi errori non si possono più ripetere. Non ce lo possiamo permettere come Italia e non ce lo possiamo permettere come Europa. Serve subito un cessate il fuoco”.

Conte si è raffrontato con Angela Merkel su Libia e Iran/Iraq

Il 6 gennaio si è invece svolta una lunga conversazione telefonica “tra il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e la Cancelliera della Repubblica Federale di Germania Merkel, nel corso della quale sono stati esaminati in modo approfondito i dossier relativi alla Libia e all’Iran/Iraq. Su entrambi gli scenari è stata confermata l’esigenza di uno stretto raccordo europeo e di un costante coordinamento sia a livello di Ministri, sia di Capi di Stato e di Governo”. Così Giuseppe Conte su Facebook. “Sulla Libia – aggiunge – è stata ribadita la necessità di elevare al massimo la pressione diplomatica per promuovere quella soluzione politica che si vorrebbe affrontare nel corso della programmata Conferenza di Berlino. Su Iraq/Iran è stata condivisa l’importanza di mantenere il necessario impegno a favore della stabilizzazione della Regione e del contrasto al terrorismo, nel rispetto della sovranità irachena. Il Presidente e la Cancelliera Merkel si sono riservati di mantenere uno stretto contatto anche nei prossimi giorni”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net