martedì, Gennaio 19, 2021
Home > Abruzzo > Consorzio di Bonifica Nord -Teramo: bilancio positivo dell’amministrazione del Presidente Pulcini

Consorzio di Bonifica Nord -Teramo: bilancio positivo dell’amministrazione del Presidente Pulcini

consorzio

Riceviamo e pubblichiamo: “Com’è noto nel mese di dicembre scorso è stata pubblicata la nuova legge di riforma dei Consorzi di Bonifica d’Abruzzo che nella prima fase di attuazione prevede la nomina di 5 Commissari, pertanto prima di lasciare il Presidente Pulcini Tito, ritiene doveroso esporre i risultati conseguiti:

Lo scorso 24 novembre 2019 sono scadute, per il compiuto quinquennio, tutte le cariche degli Organi consortili del Consorzio di Bonifica Nord.

L’amministrazione consortile, regolarmente eletta a fine anno 2014, pertanto, con la

redazione della relazione di fine mandato, assolve al compito di informare della situazione tecnico–

economica e finanziaria sull’attività svolta per quinquennio 2015 – 2019.

Oltre alla doverosa sintesi degli interventi realizzati, la relazione intende fornire informazioni generali sull’organizzazione dell’Ente e sul contesto territoriale e di riferimento normativo in cui opera.

I risultati ottenuti dimostrano ancora come il Consorzio, in quanto elemento di raccordo

tra pubblico e privato, rappresenti una istituzione di autogoverno in grado di costituire

un preciso punto di riferimento per tutti coloro che si interessano al territorio, che

debbono affrontare problemi ed iniziative più ampie di quelli della sola bonifica o della

 gestione delle acque, come l’irrigazione e la produzione di energia idroelettrica, attività comunque tutte finalizzate alla difesa idraulica del territorio, alla salvaguardia ambientale ed al corretto uso delle risorse idriche in un contesto di sviluppo economico sostenibile.

 Il Consorzio di Bonifica è, per definizione, un ente pubblico economico a struttura associativa, retto dal principio dell’autogoverno, che esercita funzioni in materia di bonifica su di un territorio delimitato, appunto definito comprensorio di bonifica, “unità territoriale omogenea sotto il profilo idrografico, idraulico e morfologico e funzionale alle esigenze della pianificazione e delle attività consortili”.

Il Consorzio di Bonifica Nord opera su 36 Comuni della Provincia di Teramo,  ha personalità

giuridica pubblica e rientra nell’ambito degli Enti pubblici economici.

È un Ente di diritto pubblico, a struttura associativa, dotato di autonomia finanziaria e

contabile, che opera secondo criteri di efficienza, efficacia, trasparenza ed economicità,

ed è soggetto alla vigilanza della Regione Abruzzo.

La Deputazione Amministrativa che ha gestito l’Ente in questi anni era composta da:

PULCINI TITO  PRESIDENTE,  Pistillo Michele V. Presidente, De Luca Renato, Di Bonaventura Franco, Di Feliceardente Gabriele.

Nel corso del 2019  i consiglieri Pistillo Michele e Di Feliceardente Gabriele sono decaduti dalla carica a seguito del rinnovo del Consiglio regionale, sostituiti da Di Bonaventura Franco vice presidente e da Ruffini Pierino come membro della Deputazione.

In sintesi vengono riportati i risultati piu importanti conseguiti da questa Amministrazione  presieduta dal Presidente Pulcini Tito, nel quinquennio passato.

DATI ECONOMICI

Dal prospetto seguente si rilevano i principali elementi del conto consuntivo che hanno

caratterizzato l’attività del Consorzio nel periodo 2015-2019.

I dati esposti sintetizzano l’attività economico-finanziaria nel quinquennio che conferma

il trend positivo degli anni scorsi, ha fatto registrare notevoli avanzi di amministrazione, dovuti ad un’attenta ed oculata gestione amministrativa.

Gestione Esercizi Finanziari  
Risultato di amministrazione alla fine dell’esercizio 2015 214.728,84
Risultato di amministrazione alla fine dell’esercizio 2016 567.663,52
Risultato di amministrazione alla fine dell’esercizio 2017 280.810,47
Risultato di amministrazione alla fine dell’esercizio 2018 382.230,45

Il risultato del 2019 pur non essendo disponibile sarà in linea con quelli degli anni precedenti.

La principale fonte di entrata dopo i ruoli di contribuenza è rappresentata dalle entrate derivanti dalla cessione di energia elettrica prodotta nelle due centrali idroelettriche di S. Lucia  di Morro D’Oro e di Villa Vomano: durante il periodo 2015/2018 si sono registrate forti oscillazioni negli accertamenti, dovuti sia alla quantità prodotta (a sua volta influenzata dalla disponibilità di acqua e da fermi delle centrali) sia dal prezzo di cessione. Di seguito si rappresentano gli accertamenti conseguiti

Le ulteriori entrate derivanti da cessione acqua a scopo extragricolo, per le quali le tariffe sono state aggiornate sia nel 2016 che nel 2018, hanno rappresentato una buona fonte di entrata, particolarmente con riguardo alla cessione all’azienda ALCOOP del gruppo Amadori di Mosciano Sant’Angelo.

 Inoltre con D.G.R. n° 570 del 06.07.2015 il Consorzio ha ottenuto il finanziamento dell’importo di €. 1.399.886,71 per l’ampliamento della rete irrigua consortile per irrigazione e fornitura di servizi extragricoli quali l’irrigazione di orti e giardini urbani e periurbani, giardini pubblici e strutture sportive nei comuni di Penna S. Andrea, Mosciano S. Angelo, Giulianova e Roseto degli Abruzzi totalmente realizzata  e collaudata.

Nel corso di questi anni l’Amministrazione presieduta dal Presidente Pulcini è riuscita, dopo oltre 40 anni, a chiudere n° 43 concessioni con ex Agensud per interventi eseguiti dai preesistenti consorzi per realizzazione di strade, elettrificazioni rurali e regimentazione dei reticoli idraulici secondari: tali chiusure hanno consentito, inoltre, di incassare risorse finanziarie pari a €. 105.784,75, inoltre sono stati recuperati presso il Ministero delle Infrastrutture  oltre 310.000 euro da un progetto speciale idrico a suo tempo redatto dal Consorzio, ed è stato definitivamente rendicontato l’ VIII° lotto sub B – relativo alla progettazione esecutiva dell’irrigazione delle valli del Vomano e Tordino eseguite oltre 10 anni fa con un avanzo per il Consorzio di oltre 150 mila euro.

Nel corso del 2018, è stato presentato e  approvato  nell’ambito del PSR Regionale, un progetto stralcio del progetto di Rifacimento telecontrollo e telemisura del Consorzio di Bonifica Nord di Teramo del Tronto Tordino e Vomano”, riguardante in particolar modo gli impianti a sollevamento del sistema irriguo consortile per un importo di € 2.700.000,00. A giorni deve essere indetta la gara per l’affidamento dei lavori.

Inoltre al fine di migliorare l’organizzazione aziendale e l’efficienza degli interventi si proceduto al rinnovo parziale dell’autoparco che ha visto l’acquisto di un nuovo mezzo per gli uffici direzionali e l’amministrazione in sostituzione del vecchio mezzo, l’acquisto di un nuovo pick-up, l’acquisto di un nuovo autocarro Daily e di un autocarro per la movimentazione dei mezzi operativi guidabile con patente C in sostituzione di due vecchi autocarri  e si è proceduto da pochi giorni ad acquistare n° 2 Fiat Panda in sostituzione parziale di quelle già in uso. Tale intervento permetterà oltre ad una più efficiente organizzazione delle attività lavorative anche una riduzione dei costi di manutenzione e gestione dell’autoparco.

MANUTENZIONE DEL TERRITORIO

Numerosi sono stati gli interventi effettuati sul territorio consortile sia riferiti alla sistemazione idraulica del reticolo minore sia sulla viabilità. In particolare questa consiliatura è stata caratterizzata dai numerosi eventi eccezionali che hanno visto impegnato tantissimo l’attività e le risorse del Consorzio. Nell’anno 2017 a seguito eccezionali fenomeni meteorologici che hanno interessato il territorio della Regione Abruzzo a partire dalla seconda decade del mese di gennaio e dalle forte scosse telluriche, il Consorzio di Bonifica si è trovato di nuovo  nell’obbligo di attivare numerosi interventi in somma urgenza al fine di ripristinare, nei limiti del possibile, la viabilità delle strade Consortili, spese riconosciute con Delibera del Consiglio dei Ministri del 20 gennaio 2017 “Estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza adottato con la delibera del 25  agosto  2016  in  conseguenza  degli ulteriori eventi sismici che il giorno 18 gennaio 2017 hanno  colpito nuovamente il territorio  delle  Regioni  Abruzzo,  Lazio,  Marche  e Umbria, nonché degli eccezionali fenomeni  meteorologici  che  hanno interessato i  territori  delle  medesime  Regioni  a  partire  dalla seconda decade dello stesso mese. (17A00656) pubblicato sulla (GU n. 24 del 30-1-2017)” e le successive integrazioni e modifiche che hanno esteso gli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza adottato con la delibera del 25 agosto 2016.  Degli interventi realizzati per una spesa di oltre € 2.850.000,00  l’importo è stato tutto liquidato  alle Ditte che hanno realizzato i lavori.

Con Contratto di conferimento sottoscritto dai rappresentanti del C.B. delle Marche e C.B. Nord ed approvato sia dalla Regione Marche che dalla Regione Abruzzo, in data 08.08.2018 il Consorzio marchigiano ha conferito la gestione del comprensorio di bonifica in sponda dx fiume Tronto ( che interessa i comuni di Ancarano, Controguerra, Colonnella e Martinsicuro) al Consorzio Nord con decorrenza 01.01.2019, con riguardo sia alla manutenzione del territorio che alla gestione degli impianti di irrigazione e con contestuale trasferimento degli immobili ricadenti nel territorio della Regione Abruzzo. Nell’anno passato, pertanto, il Consorzio si è trovato a gestire per la prima volta il sub-comprensorio, con interventi di manutenzione sul territorio e con gestione degli impianti di irrigazione.

L’Amministrazione uscente ritiene di consegnare ai  nuovi Amministratori un Ente che ha, e può continuare ad avere, gestioni in assoluto equilibrio.

Nel corso dei cinque anni l’Amministrazione uscente, ha  svolto un’attività tendente da un lato alla razionalizzazione del complesso dell’attività di gestione del Consorzio, al contenimento delle spese, individuando possibilità di risparmi nelle forniture e nei costi  delle attività e dall’altro un aumento di interventi sul territorio consortile utilizzando principalmente mezzi e personale proprio  e/o utilizzando nei limiti del possibile le imprese agricole.

Possiamo sicuramente dire che i lavori svolti, che hanno comportato un impegno economico-finanziario importante sono stati di indubbia efficacia nel soddisfacimento delle richieste di intervento ed hanno riscosso, con immediatezza, sincero apprezzamento da parte dei beneficiari.

Siamo consapevoli che gli interventi del Consorzio non sono sufficienti a risolvere per l’intero tutti i problemi. E’ bene precisare, infatti, che la vastità del territorio è tale da non avere consentito, sino ad ora, un’azione di intervento preventivo sufficientemente incisivo e completo. Spesso ci è capitato di registrare richieste di sopralluoghi, anche in aree non di competenza del nostro Ente, ma alle quali abbiamo cercato comunque di fornire il nostro ausilio e il nostro supporto di competenze e di professionalità, nel rispetto della necessaria sinergia inter-istituzionale, in particolare ma non solo, con i Comuni del comprensorio.

Non si puo’non evidenziare anche il valore dell’azione complessiva svolta dalla struttura consortile, in tutti i settori di competenza: i risultati pregevoli conseguiti in questa consiliatura costituiscono la misura della competenza, sono la cifra della professionalità della nostra struttura amministrativa, tecnica e catastale,

Si può dunque affermare che gli obiettivi primari che quest’Amministrazione ha posto alla base della sua attività amministrativa sono stati raggiunti”.

Il Presidente

 Tito Pulcini

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *