mercoledì, 19 Febbraio, 2020
Home > Mondo > Covid-19: ultime notizie dal mondo. Il nostro aggiornamento in tempo reale

Covid-19: ultime notizie dal mondo. Il nostro aggiornamento in tempo reale

covid

di Anna Maria Cecchini

Oms: Il direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha annunciato durante un briefing con la stampa a Ginevra, la scelta del nome identificativo, coniato per il nuovo Coronavirus

Il nome del virus, politically correct, nasce da una crasi degli elementi che lo caratterizzano.

Covid-19: Corona, virus e desease (malattia)

La definizione ufficiale, non è affatto casuale e rispecchia precise linee guida, elaborate dall’Oms nel 2015, in seguito alle problematiche insorte, con l’utilizzo di alcuni nomi scelti per identificare alcune malattie. Manifestazioni di panico, intolleranza, odio, violenza verso comunità religiose e/o etniche, annullamento dei viaggi, innalzamento di barriere economiche, inutili macellazioni degli animali alimentari, come denunciò l’agenzia sanitaria delle Nazioni Unite. Nel passato infatti, sono state utilizzate denominazioni, che identificavano le aree geografiche ove si sono originati i virus, o da dove per la prima volta sono stati identificati, o addirittura nomi di persona, ricordiamo tutti la Mers (Sindrome respiratoria del Medio Oriente); l’Ebola che prende il nome da un fiume della Repubblica Democratica del Congo; la malattia di Lyme che rimanda ad una città del Connecticut; influenza spagnola, febbre del Rift Valley; malattia di Creutzfeldt-Jakob; malattia di Chagas. Si sono anche utilizzati nomi identificativi di specie animali o alimenti come influenza suina, influenza aviaria, riferimenti culturali, industriali o professionali (legionari), abolito anche l’utilizzo di tutti quei termini che incitano alla paura indebita quali sconosciuta, misteriosa, fatale, epidemia. Ora invece, secondo le nuove raccomandazioni dell’Oms “ il nome da utilizzare per riferirsi ad una nuova malattia deve consistere in termini descrittivi generici, in base ai sintomi, a coloro che colpisce, alla sua gravità o stagionalità ”.

Oms: in Cina si registra un calo del numero dei nuovi casi di contagio. Al momento 45.000 casi di contagio e 1.115 i deceduti. Oms: il primo vaccino pronto in 18 mesi

Il direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus ha dichiarato che se la Cina con il 99% dei casi di contagio sta vivendo uno stato di reale emergenza, il resto del mondo è gravemente minacciato. “Un virus può creare più sconvolgimenti politicoeconomico-sociali di qualsiasi attacco terroristico: il mondo si deve svegliare e considerare questo virus come il nemico numero uno da abbattere”.

Ministero della Salute: “Delucidazioni su incubazione e superfici”.

La task force del Ministero della Salute, si è riunita ieri e alla presenza del ministro Roberto Speranza, del Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, dei delegati dell’Inmi Spallanzani e di altri esperti, si sono valutati gli ultimi studi tedeschi e si è chiarito che le ricerche prese in esame sulla permanenza del microrganismo sulle superfici, non è riferito al nuovo Coronavirus 2019-nCoV, ma è stato realizzato testando altri virus. Inoltre come attesta l’European Centre for Disease Prevention and Control i tempi di incubazione sarebbero contenuti tra i 2 e i 12 giorni, lasciando il tempo di 14 giorni come limite massimo di precauzione. Il ministro della Salute, Roberto Speranza ribadisce la linea di Governo, decisa nella riunione interministeriale avvenuta due giorni fa: “massima precauzione, continuiamo a tenere il livello di attenzione alto ed a studiare i vari scenari possibili, ma senza allarmismi, perché in Italia e negli altri Paesi europei la situazione, è sotto controllo”.

Anthony Fauci all’Ansa: test vaccino in 2/3 mesi

Anthony Fauci, uno dei più celebri e stimati immunologi al mondo e direttore dell’istituto statunitense per lo studio delle malattie infettive Niaid, ha rilasciato un’intervista all’Ansa e ha stimato in 2, 3 mesi il tempo utile per preparare un test del vaccino e sperimentarlo su un esiguo numero di persone, per verificarne la sicurezza. “Stiamo lavorando con l’azienda biotecnologica Moderna e con la Cepi ( Coalition for Epidemic Preparedness Innovation ). Il vaccino si basa su una delle tecnologie più avanzate, oggi disponibili, che utilizza la sequenza del materiale genetico del Coronavirus, ossia l’acido ribonucleico ( Rna ). Trattasi quindi di un vaccino sintetico, che non utilizza il virus ma l’informazione contenuta nella mappa genetica presente nella banche dati GenBank e Gisaid, entrambe liberamente accessibili dalla comunità scientifica. Attualmente altri paesi e aziende stanno lavorando ad un vaccino. Se la fase 1 avrà successo, si passerà alla successiva che prevede di dimostrare l’efficacia del vaccino in un arco di tempo più ampio che va dai 12 ai 18 mesi. Una volta testata l’efficacia, trascorreranno altri mesi, per produrre la quantità sufficiente per una vasta distribuzione.

Diamond Princess: confermati altri 39 nuovi casi di contagio

Katsunobu Kato, ministro della Sanità di Tokyo, ha dichiarato che sono stati effettuati altri 53 nuovi test, 39 persone sono risultate positive. Continua la diffusione del virus sulla nave da crociera Diamond Princess, ormeggiata nel porto di Yokohama in Giappone. Salgono a 174 i contaminati su un totale di 3711 persone a bordo tra passeggeri e membri dell’equipaggio. Infettato anche un funzionario addetto alla messa in quarantena della nave. Dei 174 contagiati, 4 persone sono gravi, 2 in terapia intensiva. Sono 3 di nazionalità nipponica ed 1 straniero. A bordo ci sono anche 35 italiani, 5 sono di Pozzallo, 3 sono membri dell’equipaggio e due i loro famigliari, come riferisce il sindaco di Ragusa, al momento stanno bene. In Giappone fin’ora sono stati rintracciati 203 contagi, oltre ai 174 della nave, ci sono 12 passeggeri di un volo charter, 16 tra turisti ed altre figure e un membro del team medico che si è trovato ad operare sulla nave da crociera. Il governo nipponico, sta valutando la possibilità, di acconsentire allo sbarco delle persone anziane e a chi soffre di malattie croniche dal momento che rischiano effettivamente di contrarre il virus e di mettere in pericolo la loro vita. Sembrerebbe che almeno l’80% della totalità dei passeggeri abbia almeno 70 anni, 215 persone almeno 80 anni e che 11 passeggeri abbiano compiuto 90 anni.

“Allegra viandante” interrompe il proprio diario di viaggio dalla Diamond Princess

Sconosciuto il motivo, per cui la donna che con lo pseudonimo di “ allegra viandante “, aveva deciso di pubblicare su FB una sorta di diario di viaggio, raccontando della quarantena sulla nave, i controlli della temperatura corporea, cadenzati da un intervallo di 4 ore, lo stato d’animo dei passeggeri, le lunghe giornate trascorse blindati nelle cabine ad ascoltare musica e guardare film, abbia arrestato i suoi aggiornamenti. Il suo racconto si è interrotto improvvisamente e sono scomparsi dalla rete gli ultimi suoi post.

Cina – Chen Quishi, avvocato e citizen journalist, 34 enne è scomparso da giovedì

Il giornalista era entrato ad Wuhan, città focolaio, dal 24 Gennaio poco dopo il suo isolamento, ed aveva iniziato a documentare ciò che vedeva, intervistando i pochi passanti. Dal 6 Febbraio gli amici e conoscenti non hanno più sue notizie, non risponde alle chiamate, né ai messaggi, come scrivono diverse testate tra cui la Cnn e Washington Post. Chen Quishi, convinto che la sua attività avrebbe attirato l’attenzione del governo, aveva dato la possibilità ai suoi amici di accedere ai suoi profili social, dicendo di cambiare le password nel caso non l’avessero sentito per 12 ore. I suoi conoscenti riferiscono che durante il fine settimana le autorità hanno informato i familiari di Chen, dicendo che l’uomo è stato messo in quarantena forzata in una località mantenuta riservata. Nelle scorse settimane sicuramente è stato silenziato l’oftalmologo di Wuhan, Li Weinliang, che per primo ha dato l’allarme sulla presenza di un virus che per molti versi, gli ricordava la Sars, deceduto lo scorso 6 Febbraio. La polizia aveva intercettato le chat, in cui il medico condivideva con i colleghi, gli esami di pazienti contagiati e si era presentata a casa sua, intimandogli di non turbare l’ordine pubblico con quelle “attività illegali”. Dopo la sua morte le autorità hanno annunciato un risarcimento di 114 mila dollari.

Wuhan: almeno 500 i contagiati tra il personale medico, imposto il silenzio

Diverse fonti mediche hanno confermato al South China Morning Post che a metà Gennaio già si contavano 500 casi di contagio tra il personale medico e 600 casi sospetti. 100 di questi, tra i dipendenti dell’ospedale di Wuhan Xie e di Renmin dell’Università di Wuhan, altri rintracciati nell’ospedale di Zhongnan. Dal governo l’ordine di tacere e non far trapelare alcuna notizia. Come riporta la Bbc il governo cinese ha deciso di silurare due figure eminenti dell’Hubei per come hanno gestito l’emergenza Coronavirus. Tra questi il segretario del partito per la Commissione salute della provincia, il capo della Commissione e il vicedirettore della Croce Rossa locale.

Usa – il presidente della Fed, Jerome Powell, davanti alla commissione affari finanziari della Camera per la presentazione del Monetary Policy Report, il rapporto semestrale consegnato al Congresso statunitense: “ Ci aspettiamo che la Cina prenda delle misure, per sostenere la sua economia, colpita dall’emergenza del Coronavirus “Nonostante l’economia Usa sia in una buona posizione, e il Coronavirus rappresenti una tragedia umana sulla quale non si debba speculare, sicuramente prossimamente si registreranno gli effetti in campo economico anche in America, al momento impossibile quantificare il danno. La Standard & Poor’s prevede una contrazione della crescita del Pil americano all’1% nel primo trimestre a causa della diffusione del virus. Nel secondo trimestre l’impatto dovrebbe essere meno rilevante anche se nel caso l’epidemia non si fermi, l’economia di ogni Paese subirà degli effetti.

S&P Global stima l’impatto sull’economia mondiale dell’epidemia

La velocità e la diffusione degli ultimi due mesi rappresentano un rischio per l’economia globale e il credito. La Cina ha rallentato e la previsione del Pil ridotto da uno 5,7% ad un 5%, impatterà per lo 0,3% sul prodotto interno lordo globale nel 2020.

Mobile World Congress di Barcellona dal 24 al 27 Febbraio: ulteriori defezioni

Dopo la dipartita dall’edizione 2020, del Mobile World Congress di Barcellona da parte della Lg, Nvidia, l’Ericsson a causa dell’epidemia da Coronavirus, si è scatenato l’effetto domino e a catena sono battute in ritirata anche Amazon, Sony, Intel, Ntt, Docomo. Inutili gli appelli della Gsma e l’ attivazione di severe misure a tutela della salute dei presenti all’evento. Maggiormente insofferenti le aziende occidentali, resistono ancora le cinesi, a cui vanno i ringraziamenti della Gsma. Presenti Zte, Huawei, Xiaomi, nonostante le importanti defezioni, gli espositori in fiera saranno circa 2800 e non si escludono le new entry che dovrebbero compensare il numero delle aziende assenti. Alcune stime danno già in sofferenza il mercato degli smartphone e c’è chi prevede una crisi delle vendite del natale 2020, legate agli ordinativi on line. L’effetto domino, avrà ripercussioni a catena, anche su tutte quelle aziende legate da business alle grandi multinazionali, che hanno deciso di disertare l’evento, a causa della diffusione del Coronavirus.

Tokyo: Toyota, Honda, Nissan ritarderanno l’avvio della produzione fino al prossimo lunedì

Inizialmente il riavvio della produzione era stato stabilito per il prossimo lunedì ma indiscrezioni lasciano presagire un ulteriore slittamento causato dall’effetto Coronavirus. La stampa nipponica, denuncia la difficoltà per i costruttori di auto, di reperire le parti necessarie per gli impianti produttivi, rendendo di fatto impossibile la ripresa del ciclo produttivo. Per queste ragioni ieri Nissan ha comunicato la sospensione dei lavori in un impianto nella prefettura di Fukuoka, la prima chiusura di una fabbrica giapponese dalla diffusione del virus.

Ultim’ora: Cina_ Il Presidente Xi Jinping si congratula per l’evoluzione positiva nella lotta all’epidemia da Coronavirus

Alla riunione del Comitato permanente del Politburo ha dichiarato che i progressi sono i risultati degli sforzi, di tutte le forze scese in campo, per tutelare la salute dei cittadini e contenere la diffusione del virus nel Paese.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *