giovedì, Ottobre 21, 2021
Home > Marche > Terremoto, appalti Sae: chiuse le indagini. In 35 nel mirino

Terremoto, appalti Sae: chiuse le indagini. In 35 nel mirino

sae

Chiuse le indagini su appalti e subappalti delle Sae, le casette per i terremotati, nelle Marche. Il sostituto procuratore di Ancona Irene Bilotta ha inviato il relativo avviso a 35 indagati tra persone e aziende, compreso il Consorzio Arcale. Tra loro dirigenti e funzionari regionali e dell’Erap, imprenditori e reti di imprese. Abuso d’ufficio, truffa e falso i reati ipotizzati. Nei lavori sarebbero state impiegate anche ditte non in possesso della certificazione antimafia.

L’indagine è stata avviata nel 2017 e nel luglio del 2018 erano emersi i nomi dei primi indagati. L’attivvità investigativa riguarda una parte delle oltre 1.850 Sae ordinate dalla Regione Marche per le popolazioni colpite dal sisma, le cui abitazioni erano state dichiarate inagibili. L’inchiesta è partita da controlli del Gico della Guardia di finanza su eventuali infiltrazioni mafiose. Gli elementi raccolti hanno portato sulla strada di irregolarità di altro genere, tanto che del caso si è occupata la Procura della Repubblica.