mercoledì, 1 Aprile, 2020
Home > Italia > Covid-19, le ultime news dall’Italia e dal mondo. Il nostro aggiornamento in tempo reale

Covid-19, le ultime news dall’Italia e dal mondo. Il nostro aggiornamento in tempo reale

coronavirus

di Anna Maria Cecchini

4 I minorenni risultati positivi al test del Coronavirus

L’assessore al Welfare Giulio Gallera ha dato notizia che 4 minorenni in Lombardia sono risultati positivi al virus, due in ospedale al San Matteo di Pavia e all’ospedale di Seriate in provincia di Bergamo, due sono già stati dimessi. Si tratta di una bambina di 4 anni ora ricoverata all’ospedale San Matteo, due bambini di 10 anni e un ragazzo di 15 anni.

Marche : scuole chiuse fino al 4 Marzo

Covid 19, Marche : Il Presidente Luca Ceriscioli ha comunicato nel corso di una conferenza stampa, avvenuta alle 18:30 nella sala Raffaello del palazzo della Regione, che dalla mezzanotte di ieri sono scattati i provvedimenti che prevedono la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e la sospensione delle manifestazioni di pubblico spettacolo fino al 4 Marzo.

Ceriscioli: “ ho appena firmato l’ordinanza che aumenta le misure nei confronti del contenimento del Coronavirus”. “ Una scelta importante maturata dopo 24 ore di attesa nel percorso fatto insieme col governo nella riunione di stamattina”.

E’ stato diffuso nella tarda tarda serata di ieri il risultato positivo di un campione analizzato nel pomeriggio.

Il campione, proveniente dalla provincia di Pesaro, sarà inviato nelle prime ore della mattinata di oggi al Centro diagnostico di riferimento nazionale dell’Istituto Superiore di Sanità. Solo al seguito di questo secondo controllo si potrà effettivamente confermare il caso di Nuovo Coronavirus.

Nel frattempo il paziente è stato isolato e si trova in buone condizioni di salute.

L’Italia divisa in tre zone in base alla diffusione del Covid-19

Il Premier Conte ha reso noto che l’Italia è stata divisa in 3 : la zona rossa-focolaio del virus dove si adottano le misure restrittive varate, un secondo livello che si estende alle aree circostanti che presentano episodi da contagio indiretto e un terzo livello che riguarda il resto dell’Italia, ove non ha ragione di esistere la sospensione delle attività scolastiche.

Aule chiuse per oltre 3 milioni di studenti

Il provvedimento riguarda gli studenti in Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Trentino-Alto Adige e Friuli Venezia Giulia ove al momento è prevista l’interruzione delle lezioni fino al 1 Marzo, con possibilità di procrastinare il rientro degli studenti in base agli sviluppi dell’andamento dei casi di diffusione del virus. Il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina è intervenuta più volte pubblicamente, per smentire il tam tam di fake news che si rincorre sui social e alimenta il panico collettivo, creando inutile allarmismo circa la chiusura nazionale delle scuole. La notizia è assolutamente priva di fondamento. Bisogna ricercare sempre le fonti ufficiali: le decisioni vengono prese e comunicate dalle autorità competenti.

Previsto il rimborso del biglietto pagato per i viaggi di istruzione in quanto sono stati sospesi fino il 15 Marzo. Il decreto prevede inoltre che in deroga alle disposizioni vigenti, gli studenti che siano stati assenti per malattia per un periodo superiore ai 5 giorni, vengano riammessi a scuola, presentando un certificato medico che ne attesti l’avvenuta guarigione, questo fino al 15 Marzo. Nelle scuole dove l’attività didattica è stata sospesa a causa dell’emergenza sanitaria, i dirigenti scolastici in sinergia con gli organi collegiali hanno facoltà di organizzare la modalità didattica a distanza. Erasmus : sospese tutte le iniziative che si svolgono nel nostro Paese.

Le Università del Nord per questa settimana hanno sospeso le attività. Rinviato l’esame di Stato per l’abilitazione alla professione medica previsto il 28 Febbraio.

Aule chiuse a Bacoli e Monte di Procida ove i sindaci hanno chiuso le scuole con apposite ordinanze, a scopo precauzionale. A Bacoli prevista l’interruzione dall’attività didattica da mercoledì a venerdì mentre a Monte di Procida il sindaco ha sospeso le lezioni solo per la giornata di domani.

Lazio : La Regione Lazio smentisce la fake news della chiusura delle scuole

La Regione allo scopo di fornire un a giusta informazione ed smentire la fake news dirama un comunicato : non è stata adottata la misura precauzionale della chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e non è stato istituito il divieto di indire e partecipare a manifestazioni pubbliche, in quanto al momento, non vi è segnalazione di casi autoctoni di infezione da Coronavirus. I casi nella Regione sono stati 3 in totale, 1 è guarito e un altro è ormai negativo.

Revocato lo sciopero della scuola previsto il 6 Marzo

Oggi il Ministro dell’Istruzione Azzolina incontrerà i sindacati che per senso di responsabilità, data l’emergenza sanitaria e la chiusura di alcune scuole, hanno desistito dalla decisione originaria. I sindacati si aspettano dal Ministro, analogo senso di responsabilità e la riapertura di un confronto in merito alle decisioni che confliggono con le loro richieste e con le intese sottoscritte con il Governo e l’Amministrazione.

Speranza: gli italiani possono continuare a viaggiare

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha incontrato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, la commissaria Ue alla Salute Stella Kyriakides e i ministri della Salute di Austria, Francia, Slovenia, Svizzera, Croazia e Germania per discutere sulle misure opportune da adottare al fine di garantire la salute pubblica. Al termine del vertice, i ministri dei paesi confinanti hanno convenuto che chiudere le frontiere con l’Italia, sarebbe una misura sproporzionata e sbagliata.

“Gli italiani possono continuare a viaggiare. Il nostro servizio sanitario, i nostri medici e scienziati sono considerati di grandissimo livello in Europa. C’è fiducia da parte di tutti”. Il ministro ha anche difeso il blocco dei voli da e per la Cina.

Ginevra: il capo missione dell’organizzazione mondiale della Sanità (Oms), Bruce Aylward lancia un avvertimento “ Il mondo non è pronto per fronteggiare la diffusione dell’ epidemia da Coronavirus”. Idealmente Valter Ricciardi dell’Oms, da oggi consulente del ministro Speranza risponde che in Italia le misure adottate per fronteggiare i due focolai epidemici, vanno nella direzione giusta. Dopo la riunione dei ministri e le Regioni di stamattina, nella sede della Protezione Civile, il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro pone l’accento sulla richiesta del Governo di coordinare le ordinanze dei territori. Evitare le iniziative frammentarie e operare in maniera organica è fondamentale al fine di tutelare la salute dei cittadini. L’obiettivo è quello di uniformare le azioni da mettere in campo e i protocolli da adottare.

Italia – Borelli : centralizzazione dell’acquisto dei presidi di protezione per il personale sanitario e le regioni. Firmerò una ordinanza di protezione civile che obbligherà i produttori nazionali ad informarci della quantità di presidi di protezione individuale, prodotta giornalmente, in base poi alla richiesta, la protezione civile procederà direttamente all’acquisto, onde evitare la corsa all’acquisto ed eventuali speculazioni. Nel nostro Paese ad oggi abbiamo effettuato 8.600 tamponi.

Salgono a 322 i contagiati, 3 in Sicilia. Registrato il primo caso a Barcellona: una donna italiana di 36 anni residente in Spagna, appena rientrata da un viaggio tra Bergamo e Milano. Italiana la coppia di persone contagiate in Tirolo. L’albergo dove lavora la donna è stato messo in isolamento, la coppia è in quarantena in un ospedale di Innsbruck. Sono 11 le vittime accertate al momento, le ultime 4 sono un 84enne di Nembro, in provincia di Bergamo, un uomo di 91 anni di San Fiorano, una donna di 83 anni di Codogno e una donna di 76 anni ricoverata in rianimazione a Treviso per complicazioni respiratorie.

Giovanni Rezza, direttore del dipartimento malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità : “ il focolaio è abbastanza circoscritto, quasi tutto è riconducibile all’epicentro dell’epidemia che si trova nel lodigiano. Ci sono anche due focolai più piccoli nel Veneto ma gli altri casi provengono dall’epicentro dell’epidemia. In Italia c’è una popolazione anziana e si spiegano così i tassi di mortalità del 2-3%. Gli anziani sono più fragili, lo vediamo con l’influenza per cui esiste un vaccino. Ad oggi non esiste ancora un vaccino per il Coronavirus e purtroppo si spiega in questi termini la mortalità. Inoltre le persone decedute avevano tutti delle patologie e complicazioni. L’unico modo che abbiamo per difenderli è l’isolamento, circoscrivere i focolai come stiamo facendo”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *