domenica, Novembre 29, 2020
Home > Lazio > Acilia, 31enne romano minaccia di uccidere la compagna con una spada. Feriti anche gli agenti

Acilia, 31enne romano minaccia di uccidere la compagna con una spada. Feriti anche gli agenti

femminicidio

ROMA – Non era la prima lite tra i due fidanzati, che da circa un mese erano andati a convivere in un appartamento ad Acilia, quartiere al sud di Roma.

Era la mattina del 6 Aprile scorso, quando il 31enne, originario della Capitale, ha minacciato di uccidere la propria compagna con una spada.

Le forti urla provenienti dall’abitazione sita nella frazione di Acilia hanno subito allarmato i vicini, che impauriti si sono rivolti alle Forze dell’Ordine.

Tempestivo l’intervento della Polizia, che ha subito individuato l’appartamento dove stava avvenendo la lite.

Gli agenti hanno più volte bussato alla porta, ma il 31enne nonostante avesse aperto l’uscio in parte, ha continuato a bloccare il passaggio ai poliziotti.

Dopo una serie di trattative, l’uomo ha tentato di afferrare la spada con l’intento di colpire la ragazza.

Fortunatamente è stato fermato dagli agenti, che dopo una  colluttazione hanno portato il
31enne al Commissariato del Lido, mentre continuava a danneggiare la volante della Polizia.

La ragazza una volta soccorsa, ha raccontato agli investigatori che
il suo compagno è sempre stato un tipo violento, ma che non lo aveva mai denunciato.

La giovane avrebbe anche raccontato un episodio in cui l’uomo l’avrebbe svegliata alle due di notte chiedendole dei soldi.
Dopo averla picchiata e minacciata con una spada, sarebbe uscito dicendole di andare a compiere un furto in un bar per procurarsi da bere.

Una volta rientrato in casa, il 31enne completamente ubriaco,  avrebbe ricominciato a picchiarla, minacciandola di morte.

A seguito di questa ultima lite, la ragazza rimasta ferita è stata accompagnata all’Ospedale Grassi, insieme ai due agenti, che durante la colluttazione sono stati feriti dal 31enne.
Per i poliziotti la prognosi è di sette giorni.

L’uomo è stato subito arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento dei beni dello stato e tentata estorsione.
Sequestrata anche la spada in acciaio dalle dimensioni 75×57 cm.

Elisa Cinquepalmi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *