lunedì, Ottobre 18, 2021
Home > Italia > Salvini contro il governo: “Italiani in casa, clandestini che sbarcano. Assurdo”

Salvini contro il governo: “Italiani in casa, clandestini che sbarcano. Assurdo”

salvini a fuori dal coro

Esplode la rabbia di Matteo Salvini contro il governo Conte dopo la autorizzazione allo sbarco di 101 clandestini giunti liberamente ieri a Pozzallo su un gommone mentre gli Italiani sono confinati in casa ed a rischio di denuncia se escono senza adeguata giustificazione.

Salvini: vergogna, è una nuova Caporetto

Clandestini liberi di sbarcare mentre gli Italiani sono chiusi in casa“. 

Il leader della Lega sbotta dopo l’ultimo sbarco di immigrati  e in un post pubblicato sul suo profilo Twitter attacca: “Sono arrivati anche oggi in 100 a Pozzallo, dove è già in quarantena un immigrato sbarcato in Sicilia col virus“.  Questi migranti, aggiunge Matteo Salvini, “verranno trasferiti in un altro centro della provincia, mentre i trafficanti di esseri umani si fregano le mani per il business che prosegue indisturbato. Assurdo“.

A rincarare la dose è intervenuto il deputato siciliano della Lega Nino Minardo. “E’ assurdo e “irrispettoso per la Sicilia, offensivo per i Siciliani, irriguardoso verso le Istituzioni dell’Isola, questo ennesimo atto di prepotenza di chi autorizza uno sbarco di migranti al porto di Pozzallo in questi giorni di straordinaria emergenza epidemiologica” e conclude Minardo “Un gesto arrogante verso la nostra gente, scavalcando il Ppresidente della Regione e ignorando il sindaco  e la sua richiesta di non autorizzare sbarchi dopo il caso del ragazzo egiziano risultato positivo al Covid-19 e ancora in isolamento al porto“.

32 sindaci dell’agrigentino scrivono a Conte: “Stop agli sbarchi”

“Alla luce dei continui sbarchi che avvengono sulle coste siciliane, riteniamo necessario che il Governo intervenga con urgenza per predisporre tutte le misure utili e le strutture necessarie per l’accoglienza e la sicurezza dei migranti nel rispetto delle norme restrittive per il contenimento del Coronavirus”. Contro gli sbarchi prendono posizione anche i sindaci di 32 comuni dell’agrigentino in una lettera inviata al presidente del Consiglio Giuseppe Conte. “Mentre chiediamo grandi sacrifici ai cittadini per evitare il diffondersi del virus non possiamo assistere a continui sbarchi con soluzioni improvvisate per accogliere i migranti utilizzando luoghi poco sicuri. Alle persone che arrivano vanno garantite accoglienza, sostegno, cure adeguate e tamponi mettendo in tal modo al sicuro la salute degli operatori e delle comunità che li ospitano”, lamentano. “Una soluzione adeguata per gestire in sicurezza l’arrivo di migranti provenienti dalle coste africane sarebbe quella che Le è stata chiesta dal presidente della Regione Nello Musumeci, la proposta prevede l’approntamento di un’apposita nave-accoglienza da ormeggiare in rada per permettere ai migranti di poter fare la quarantena in sicurezza prima che raggiungano i luoghi di destinazione europei – dicono i sindaci – In previsione di nuovi sbarchi nelle prossime ore, occorre che il Governo da Lei presieduto trovi una soluzione il più rapidamente possibile prima che la situazione possa sfuggire di mano. In un periodo così difficile e complesso come quello attuale non si possono lasciare da soli i sindaci già in prima linea, con grande difficoltà, per far rispettare le necessarie norme di contenimento del virus”.