domenica, Gennaio 16, 2022
Home > Anticipazioni TV > Il film d’autore stasera in TV: “Lupin III – Il Film” venerdì 24 aprile 2020

Il film d’autore stasera in TV: “Lupin III – Il Film” venerdì 24 aprile 2020

lupin III - il film

Il film d’autore stasera in TV: “Lupin III – Il Film” venerdì 24 aprile 2020 alle 21.20 su RAI 4

(none)

Lupin III (ルパン三世 Rupan Sansei) è un film del 2014 diretto da Ryūhei Kitamura ed interpretato da Shun Oguri, Tetsuji Tamayama, Gō Ayano e Meisa Kuroki con protagonista Lupin III, il celebre ladro creato da Monkey Punch. È uscito nei cinema giapponesi il 30 agosto 2014. Nei cinema italiani è stato proiettato dal 22 al 24 febbraio 2016.. Il film è stato distribuito in DVD e Blu-ray da Blue Swan Entertainment dal 3 maggio 2017 a noleggio e dal 18 maggio 2017 in vendita.

Per buona parte del film il protagonista indossa l’ormai consolidata giacca rossa, ma lo si vede anche in giacca nera, e nel finale con la storica giacca verde. È il secondo film dal vivo dopo quarant’anni dall’altro live action Lupin III – La strategia psicocinetica.

Per l’home video il film è stato distribuito col titolo Lupin III – Il film.

Esiste una società di ladri ignota al pubblico, ma molto nota nei circoli del crimine; i membri più anziani del gruppo hanno assegnato ai giovani ladri una prova: il furto dell’antica moneta d’oro chiamata la “Medaglia di Zeus” da un museo; la ricompensa sarà il posto di capo della società; i ladri, che si raggruppano in squadre per lavorare meglio e prendere il bottino, hanno più o meno fortuna; ma alla fine, uno solo di loro la spunta: Lupin III, l’ultimo discendente del noto ladro francese Arsenio Lupin. La sera successiva, Lupin non ha più la moneta che finisce in mano a Fujiko Mine, una collega da cui Lupin è attratto; all’apparenza sembra che Fujiko abbia borseggiato Lupin durante l’arrivo alla sede della società, ma è possibile che Lupin abbia lasciato fare; il capo dell’organizzazione, il vecchio Thomas Dawson (a cui Lupin si rivolge affettuosamente come zio), la pensa così e ha capito che Lupin vuole uscire dal gruppo per crearsi il suo destino da sé, come erede della famiglia Lupin.

Tra i partecipanti alla sfida c’è Michael Lee, un giovane figlio di un grande amico di Dawson morto parecchi anni prima; durante la cena, Michael rivela che l’affarista tailandese Narong gli ha detto come morì davvero suo padre e accusa Dawson di averlo ucciso, mentendo poi sulle circostanze; prima che il vecchio possa rispondere alle accuse Michael e i suoi uomini aprono il fuoco facendo una strage; Michael si prende anche la Medaglia di Zeus, che venderà a Narong.

Dal conflitto a fuoco si salvano solo Lupin, Fujiko e il pistolero Daisuke Jigen, fedele guardia del corpo di Dawson; mentre Fujiko preferisce lasciar perdere (in apparenza) la faccenda, Lupin vuole chiudere il conto e convince Jigen ad aiutarlo; per aumentare le proprie possibilità i due tirano dentro un conoscente, il samurai Goemon Ishikawa 13° (discendente di Goemon Ishikawa, un ladro realmente vissuto a metà del XVI secolo).

I movimenti di Michael e Narong hanno da tempo attirato l’attenzione della polizia in diverse nazioni, provocando l’intervento dell’ICPO (International Criminal Police Organization) che invia un caparbio investigatore, l’ispettore Koichi Zenigata; Zenigata sa che non può incastrare facilmente da solo Narong, quindi scova Lupin e gli fa una proposta: il ladro dovrà procurarsi le prove contro il criminale, e portare all’ispettore il tutto insieme all’obiettivo di Narong (ancora ignoto); in cambio, l’ispettore ripulirà la fedina penale per lui e chi lo aiuterà. Lupin accetta e recluta anche Fujiko.

Michael fa lo scambio con Narong, ma poi compete con lui per l’acquisto di un oggetto; l’asta finisce in un confronto serrato tra i due faccia a faccia, durante il quale Narong spiega che fu lui, e non Dawson, ad uccidere suo padre nel corso di una spedizione per recuperare un tesoro; Michael perde malamente e giura di vendicarsi. Dopo un acceso scontro con Lupin, i due rivali si uniscono per derubare il tailandese.

Alla fine, tutti i protagonisti si ritrovano fuori dal bunker-caveau che contiene l’obiettivo del furto; Michael muore nella sparatoria, scusandosi con Lupin; Narong viene arrestato da Zenigata seguito una squadra d’assalto dell’Interpol; Lupin se ne va insieme a Jigen e Goemon, e i tre decidono di associarsi e mettere su una banda; la doppiogiochista Fujiko raggira Lupin ma scopre di essere stata raggirata per prima; Zenigata, che ha lasciato andare Lupin, gli annuncia che non può ripulirgli la fedina per i troppi casini da lui combinati, e il ladro gentiluomo risponde che a lui va bene così, quindi Zenigata ribatte che gli darà la caccia in capo al mondo per sbatterlo in galera, e Lupin sorride. Sull’elicottero che lo porta via, Zenigata scopre che le prove ci sono, però manca il tesoro che Lupin aveva rubato dal caveau; ma questo non fa che rinsaldare la determinazione dell’ispettore nel voler acciuffare il simpatico ladro!

Regia di Ryūhei Kitamura

Con:  Shun Oguri, Tetsuji Tamayama, Gō Ayano e Meisa Kuroki

Fonte: WIKIPEDIA