sabato, Ottobre 16, 2021
Home > Abruzzo > Teramo, le Piazze d’Incontro del progetto FA.C.E. diventano virtuali

Teramo, le Piazze d’Incontro del progetto FA.C.E. diventano virtuali

mosciano

TERAMO – Se le misure di contrasto all’emergenza sanitaria vanno via via allentandosi, lo stesso non può dirsi per ora dei servizi educativi, che rimangono a porte chiuse in attesa di un ulteriore calo nella curva dei contagi. Ciononostante, non si cessa di essere bambini, genitori e comunità educante e così in questa direzione è andato “Io resto a casa con FA.C.E.”, le proposte a distanza via web realizzate per la città di Teramo nell’ambito dell’omonimo progetto, “FA.C.E. – Farsi Comunità Educanti”.

Promosso da Fondazione Reggio Children, il progetto è stato selezionato da Con I Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e si propone di far lavorare insieme quattro territori (Napoli, Palermo, Reggio Emilia e Teramo) per potenziare e ampliare l’accesso ai servizi educativi e di cura dei bambini di età compresa fra 0 e 6 anni. Capofila territoriale per la città di Teramo è l’Istituto Comprensivo Zippilli-Noè Lucidi, che lavora in partenariato con il Comune Di Teramo e  le associazioni Teramo Children Deposito Dei Segni.  

Dopo un anno di studio del territorio, lo scorso inverno FA.C.E. ha visto in città la nascita della Piazze d’Incontro, appuntamenti settimanali per fruire di attività e laboratori dedicati alle famiglie teramane iscritte al progetto. Vista l’emergenza per la diffusione del coronavirus, in queste ultime settimane le attività hanno cambiato “veste” per essere accanto a genitori e famiglie attraverso video sul web, videochiamate e una chat online per il confronto diretto con esperti e professionisti. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net