domenica, Ottobre 24, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato stasera in TV: “King Kong” mercoledì 3 giugno 2020

Il film consigliato stasera in TV: “King Kong” mercoledì 3 giugno 2020

film king kong

Il film consigliato stasera in TV: “King Kong” mercoledì 3 giugno 2020 alle 21:20 su ITALIA 1

Risultato immagini per kong skull island

King Kong è un film del 2005 diretto, prodotto e co-scritto da Peter Jackson. Secondo remake del film omonimo del 1933, è interpretato da Naomi WattsJack BlackAdrien Brody e, tramite motion capture, da Andy Serkis nei panni di King Kong.

Le riprese si sono svolte in Nuova Zelanda da settembre 2004 a marzo 2005. Con un budget di 207 milioni di dollari, fu il film più costoso dell’epoca. Il film è stato distribuito il 14 dicembre 2005 nelle sale negli USA, mentre in Italia e in gran parte d’Europa la pellicola è stata distribuita nelle sale il 16 dicembre 2005.

Con un incasso di oltre 550 milioni di dollari, divenne il quarto film con il maggior incasso nella storia della Universal Pictures all’epoca, e il quinto film di maggior incasso del 2005.[1] Ha anche incassato ulteriori 100 milioni di dollari con le vendite in home video.[2]

Il film fu accolto caldamente dalla critica, e vinse tre premi Oscar su quattro candidature: miglior sonoromiglior montaggio sonoro e migliori effetti speciali.[3] Nel 2007 la Visual Effects Society lo inserì al 38º posto dei 50 film più influenti nel campo degli effetti visivi.[4] mentre nel 2008, la rivista Empire lo inserì nella lista dei 500 film migliori della storia.[5]

King Kong 025.jpg
«Signori e signore, ecco a voi Kong, l’ottava meraviglia del mondo!»
(Il regista Peter Jackson sul film)

New York City1933. Durante la grande depressione, la bellissima attrice Ann Darrow perde il suo lavoro a Vaudeville. Presto sarà assunta da Carl Denham, un eccentrico e poco affidabile regista in crisi produttiva che la convince ad essere la protagonista del suo nuovo lungometraggio esotico a fianco del famoso Bruce Baxter con promesse di successo e denaro. Ann accetta quando le viene aggiunto che il copione è scritto da Jack Driscoll, un drammaturgo che lei ammira. La troupe di Denham si imbarca nella nave cargo SS Venture, partendo verso l’Oceano Pacifico. La ciurma dell’SS Venture, capitanata dal Capitano Englehorn, scopre il vero obiettivo di Denham: girare il suo film nell’Isola del Teschio, una misteriosa e leggendaria terra non segnata sulle carte di navigazione.

Dopo diversi giorni di navigazione, durante le quali tra Ann e Jack nasce il tenero, la nave arriva all’Isola del Teschio, circondata da una fittissima nebbia. Jack, Carl, Baxter, Ann, Preston (l’assistente di Carl), Mike (il fonico), Herb (il cameraman) e un paio di marinai scendono a terra per esplorare il luogo, raggiungendo un villaggio deserto ai piedi di un’altissima e gigantesca muraglia. Improvvisamente il gruppo viene attaccato da dei selvaggi indigeni: Mike viene trafitto da una lancia, un marinaio rimane ucciso con una brutale mazzata al cranio e Jack viene stordito da un colpo. Ann urla terrorizzata e immediatamente, da dietro la muraglia, si ode un fortissimo e temibile ruggito. La sciamana del villaggio inizia ad indicare Ann mormorando la parola “Kong” quando anche Carl sta per essere ucciso ma spunta il Capitano Englehorn che salva il gruppo uccidendo a colpi di pistola alcuni nativi, mettendo così in fuga gli altri. Quella sera, proprio mentre l’SS Venture sta finalmente salpando, Jack scopre che Ann è stata rapita dagli indigeni. Nel villaggio, la ragazza viene legata oltre la muraglia dai nativi. La ciurma di Englehorn arriva sparando agli indigeni ma ormai è troppo tardi: Carl vede esterrefatto che Ann è stata portata via da Kong, un gigantesco gorilla alto 8 metri.

Englehorn concede a Jack e a Carl un giorno di tempo per ritrovarla. Nel frattempo Ann, in mano a Kong, nota che gli scheletri delle donne offerte in sacrificio prima di lei indossano una caratteristica collana che la strega le ha legato al collo. Kong però quando la vede se ne innamora e la porta con sé nella giungla dell’Isola. Englehorn organizza un gruppo di uomini tra i quali ci sono, oltre a Jack e Carl, il primo ufficiale Hayes, l’eccentrico Lumpy (il cuoco di bordo), Choy (un altro marinaio), Jimmy (un giovane emarginato che si era clandestinamente imbarcato quattro anni prima), Herb, Preston e Baxter per ritrovare Ann e, convinto da Denham, catturare il gigantesco primate. Arrivati in un Canyon, il gruppo si dà alla fuga da un branco di brontosaurus baxteri impazziti cacciati da dei feroci Venatosauri. Tre marinai vengono uccisi involontariamente dagli enormi dinosauri: uno calpestato, uno schiacciato contro una parete e l’ultimo spinto giù da un dirupo in cui cade assieme ad un paio dei grossi animali; Herb invece viene divorato dai Venatosauri dal momento che a parte Carl, che cerca di aiutarlo ma non può uccidere gli animali in quanto senza pistola, nessuno si accorge di lui. Intanto, Ann si libera dalla presa di Kong e per non farsi attaccare, intrattiene il titanico primate eseguendo trucchi e mosse di danza. Kong non la uccide quando ella si rifiuta di continuare, così si limita ad abbandonarla. Nel frattempo, arrivati a una palude, Bruce Baxter decide di tornare indietro con un paio di marinai.

Il gruppo di sopravvissuti arriva su un enorme tronco posto sopra un dirupo. Qui Kong uccide Hayes schiantandolo di sotto, dopodiché muovendo il tronco per sradicarlo dalla roccia fa precipitare Choy che muore, e poi fa cadere i restanti avventurieri nell’abisso, tranne Preston, che riesce a scappare dal tronco prima che precipiti aggrappandosi a delle liane. Kong poi torna in tempo da Ann e la salva sconfiggendo tre Vastatosauri, immaginari eredi dei Tirannosauri e poi porta Ann nella sua tana, sul picco di una montagna. Nella gola intanto, gli unici sopravvissuti (Lumpy, Jack, Jimmy, Carl e un marinaio) si riprendono e vengono attaccati da dei mostruosi insetti giganti: Lumpy viene brutalmente divorato da alcune Carnictissanguisughe giganti, mentre tenta di difendere il cadavere del suo amico Choy che non era riuscito a salvare prima che precipitasse, ed un marinaio da un Deplector (granchio gigantesco). Jack, Carl e Jimmy invece, cercano a stento di resistere a delle raccapriccianti cavallette giganti. I tre sopravvissuti vengono salvati da Englehorn e Baxter, che alla fine mostra del coraggio. Una volta tirati fuori dal dirupo, Jack prosegue da solo nella giungla per ritrovare Ann.

Jack raggiunge la tana del gorilla e ritrova Ann, che viene liberata mentre Kong combatte contro un branco di Terapusmordax, dei pipistrelli giganti. Afferrando una delle bestie alate, Jack e Ann fuggono dalla tana di Kong e si tuffano in un fiume, raggiungendo la muraglia gigante. Un furibondo Kong riesce a penetrare il muro, ma Carl ha fatto posizionare uno stratagemma, cosicché anche Kong viene legato a terra, ma vedendo Ann trascinata via da Jack, si libera e inizia a inseguirli uccidendo dei marinai, ma Carl gli tende un tranello e gli scaraventa in faccia una bottiglia di cloroformio, addormentandolo.

Tornati a New York, durante il periodo natalizio, Carl presenta il gigantesco gorilla a Broadway con il nome di “King Kongl’ottava meraviglia del mondo“. Baxter ha la parte dell’eroe benché abbia dimostrato di essere un codardo, mentre Ann è diventata una ballerina anonima di un altro teatro, poiché ha rifiutato di partecipare allo spettacolo di Denham (così viene rimpiazzata da una controfigura). Infuriato dai flash delle macchine fotografiche dei reporter Kong si libera dalle sue catene e inizia a sgominare ogni cosa che incontra nel suo cammino. Il gigantesco gorilla focalizza Jack, che viene inseguito per le strade della metropoli, seminando panico e distruzione (insegue Jack perché sa che anche lui è innamorato di Ann, e cerca di divorarlo). Si ferma quando Ann lo raggiunge e si lascia portare con lui. Ann e Kong passano un momento pacifico sul laghetto ghiacciato di Central Park, quando vengono improvvisamente interrotti dal fuoco dell’esercito americano. Kong si arrampica sull’Empire State Building, dove si scontra con i biplani dell’esercito. Nonostante riesca ad abbatterne alcuni, Kong alla fine soccombe e dopo aver guardato per l’ultima volta la sua amica Ann, si lascia cadere nel vuoto. Poco dopo, Ann viene raggiunta da Jack, mentre giù a terra i giornalisti circondano il corpo di Kong. Dopo che un uomo sostiene che siano stati gli aeroplani ad uccidere Kong, Carl Denham li smentirà.

Regia di Peter Jackson

Con: Naomi WattsJack BlackAdrien Brody e Andy Serkis

Fonte: WIKIPEDIA