martedì, Ottobre 19, 2021
Home > Marche > FdI-San Benedetto: Giacomo Massimiani convoca la Commissione sicurezza contro la “movida” molesta

FdI-San Benedetto: Giacomo Massimiani convoca la Commissione sicurezza contro la “movida” molesta

fratelli d'italia san benedetto

Fratelli d’Italia-San Benedetto: Giacomo Massimiani convoca la Commissione sicurezza contro la “movida” molesta

Fratelli d'Italia San Benedetto del Tronto - Home | Facebook

Giacomo Massimiani, Segretario cittadino di “Fratelli d’Italia” e Presidente della Commissione Comunale Sicurezza, concorda con le richieste provenienti da più parti in merito ad una convocazione urgente della succitata commissione per affrontare il tema della “movida violenta” e tutti i problemi ad essa collegati, specie dopo quanto avvenuto nei primi due fine settimana post lockdown.

La tutela della tranquillità e della sicurezza dei residenti, quella delle attività che hanno sempre tenuto comportamenti esemplari e quella dei tanti giovani perbene che animano le serate della Riviera va ottenuta attraverso la difesa – sacrosanta e necessaria – dell’ordine pubblico contro i comportamenti scriteriati e violenti di alcuni malintenzionati. È necessario, quindi, che, per contrastare fenomeni diffusi come quelli che hanno caratterizzato negativamente le ultime notti, vengano messe in campo tutte le forze e le azioni utili ad ottenere il risultato auspicato. E se le Forze dell’Ordine e i provvedimenti della Prefettura sembrano non bastare visto anche il “tono di sfida” di alcune frange di scalmanati nei confronti dell’autorità, si rende inevitabile condividere la volontà del Primo Cittadino in merito all’emissione di un’ordinanza che  contempli oltre che una serie di restrizioni relative ad orari e modalità di somministrazione di bevande, anche e soprattutto alla luce delle normative Anti-Covid_19, magari anche l’applicazione del cosiddetto daspo urbano così come sperimentato in altre realtà del territorio nazionale. 

Fratelli d’Italia a San Benedetto agirà con rapidità e determinazione per contribuire a risolvere un problema annoso e serio, salvaguardando gli interessi dei locali ma, soprattutto, il diritto alla tranquillità dei cittadini, e la possibilità di un sano divertimento per i giovani sambenedettesi e turisti che visitano la nostra città.