giovedì, Settembre 23, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film sportivo stasera in TV: “The Fighter” mercoledì 8 luglio 2020

Il film sportivo stasera in TV: “The Fighter” mercoledì 8 luglio 2020

film the fighter
Il film sportivo stasera in TV: “The Fighter” mercoledì 8 luglio 2020 alle 21:00 su IRIS (Canale 22)  The fighter.jpg
The Fighter è un film del 2010 diretto da David O. Russell ed interpretato da Mark Wahlberg, Christian Bale ed Amy Adams. La pellicola è ispirata alla vita e alla storia sportiva del pugile americano di origine irlandese Micky Ward, campione nella categoria pesi leggeri, famoso per aver incontrato per tre volte il pugile di origine italiana Arturo Gatti, e del suo fratellastro, pugile per un breve periodo e allenatore di Ward, Dicky Eklund. Quest’ultimo nella sua breve carriera pugilistica si è scontrato con il campione del mondo degli anni settanta Sugar Ray Leonard. Dicky e Micky sono fratellastri ed entrambi pugili. Dicky, ormai ritiratosi dal ring e divenuto tossicodipendente, viene contattato dalla HBO per un documentario sulla sua vita, avendo in passato avuto un incontro (perso ai punti) con Sugar Ray Leonard. L’emittente televisiva lo segue nel suo quotidiano per diciotto mesi e in questo progetto vengono coinvolti anche Micky e tutta la famiglia. Nel frattempo, Micky tenta una scalata al successo nel pugilato, seguendo i consigli della madre che gli fa da manager e del fratellastro che gli fa da allenatore. La loro presenza, invadente ed eccessiva, si rivela deleteria per la carriera di Micky, che, nonostante tutto rimane legato alla famiglia e ne segue i suggerimenti. Prima di un incontro nel quale verrà massacrato, Micky incontra Charlene, un’avvenente barista e inizia una relazione con lei. Durante la loro storia, lei gli aprirà gli occhi sulla realtà che lo circonda e lo spronerà sempre di più a compiere scelte autonome. Intanto Dicky continua a perseverare nel considerarsi una leggenda locale. Una sera, trovandosi a corto di denaro, truffa e deruba uno sconosciuto e viene arrestato da una pattuglia di polizia che, dopo averlo inseguito e acciuffato, inizia a picchiarlo brutalmente. Micky, intervenuto per aiutarlo, subisce una grave ferita ad una mano. Questa ferita, e la sua lenta guarigione costituiscono il momento di svolta per Micky, che con l’ingombrante fratello in carcere, torna ad allenarsi con un nuovo team e a guadagnare fiducia in se stesso. La sera della diretta televisiva del documentario su Dicky, questi si pregusta un momento di gloria, accolto nella stanza della televisione dall’entusiasmo generale degli altri detenuti. Il documentario però non glorifica i pochi successi sportivi del pugile, ma ne ritrae la profonda e drammatica tossicodipendenza da crack (dalla quale, tra l’altro, è uscito grazie all’astensione forzata del carcere). Questo filmato provocherà profondo turbamento nei due fratelli, nella madre Alice e nella famiglia in generale. Quando Dicky esce di prigione però, Micky realizza l’importanza del suo ruolo nel suo successo e gli concede un’altra possibilità di allenarlo per l’incontro decisivo della sua vita da pugile. Dicky si rende conto che il protagonista non è più lui, ma il fratellastro e dopo aver riguadagnato la fiducia di Charlene, lo allena e gli fa da secondo sul ring. Micky vince l’incontro per il titolo WBU di pesi welter leggeri contro Shea Neary, riscattando la sua carriera e l’affetto della famiglia. Regia di David O. Russell Con: Mark Wahlberg, Christian Bale e Amy Adams Fonte: WIKIPEDIA