giovedì, Novembre 26, 2020
Home > Marche > Ancona, progetto Mitì: controlli a 360°. Arresti e denunce

Ancona, progetto Mitì: controlli a 360°. Arresti e denunce

progetto mitì

ANCONA – I primi ottimi risultati  ottenuti dall’inizio del progetto Mitì 4 sono molto soddisfacenti.

Molte le forze in campo, per i controlli straordinari del territorio, connessi con la stagione estiva e voluti dal Questore Pallini :  Volanti dell’UPGSP, uomini del Reparto Prevenzione Crimine di Perugia, Cinofili, Squadra Nautica , Poliziotti della Questura e dei Commissariati Distaccati,  personale della Squadra Mobile e della Polizia Stradale .

PERSONE IDENTIFICATE  135

VEICOLI CONTROLLATI      80

SANZIONI AMMINISTRATIVE CONTESTATE  6

LOCALI CONTROLLATI 8

ELEVATE 2 DENUNCE A CARICO DI STRANIERI IRREGOLARI E EMESSI 4 ORDINI DI ESPULSIONE DAL TERRITORIO NAZIONALE

EMESSI 3 AVVISI ORALI  E 2 FOGLI DI VIA OBBLIGATORI

Tutti gli uomini  sono stati coordinati dalla locale Centrale Operativa , con un continuo scambio di notizie per ottimizzare i servizi sul territorio e per prevenire e reprimere i reati come è accaduto.

Verso le ore 13.30 di ieri, gli agenti della Squadra Mobile dorica, si sono insospettiti dalla presenza di una Seat Altea XL con targa polacca, condotta  da uomo, che si spostava per le strade periferiche della città di Senigallia .

L’autovettura veniva bloccata nel piazzale di una ditta lungo la strada arceviese dove il conducente albanese veniva raggiunto da un operaio della stessa nazionalità.

Le accurate perquisizioni operate sul mezzo, sugli individui e, successivamente, nell’abitazione dell’operaio permettevano di rinvenire: 

– 8 chilogrammi di cocaina  (7 panetti da kg 1,150  ca. l’uno) nascosti dentro un doppio fondo realizzato sotto i sedili posteriori, sotto il bagagliaio dell’autovettura, condotta da I.T. classe ‘77  che veniva aperto elettronicamente da un dispositivo elettrico costruito ad hoc ed azionabile dall’accendisigari. Insieme allo stupefacente venivano rinvenuti, sempre nel doppio fondo, 5000 euro in contanti, piú altri 1300 euro che il conducente teneva in tasca, nonché n. 3 telefoni cellulari e un navigatore. 

le perquisizioni personali e domiciliari eseguite invece a carico dell’operaio albanese di Senigallia J.M. classe 83 permettevano di rinvenire 5000 euro in contanti, tenuti in tasca e altri 10.000 euro in contanti nascosti in un intercapedine all’interno della propria abitazione, dove l’uomo vive con la famiglia. Inoltre veniva rinvenuto un dispositivo elettronico utilizzato per individuare le microspie degli organi investigativi.

Lo stupefacente, una volta tagliato e, quindi, triplicato nel peso, avrebbe fruttato alla malavita circa 1 mil di euro.

Entrambi gli uomini sono stati arrestati per detenzione in concorso di sostanza stupefacente di tipo cocaina di rilevante quantitá e, su disposizione della Procura della Repubblica di Ancona, collocati in carcere a Montacuto a disposizione dell’Autoritá Giudiziaria procedente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *