sabato, Ottobre 16, 2021
Home > Lazio > Roma, residente di Trastevere denuncia:”Sputano su maniglie e citofoni per attaccarti il Covid-19″

Roma, residente di Trastevere denuncia:”Sputano su maniglie e citofoni per attaccarti il Covid-19″

latina

ROMA- Da quando è cominciata l’estate, la Polizia Locale di Roma Capitale ha effettuato numerosi controlli e chiuso diverse piazze per mettere fine alla movida no limits.

Oltre a questo e alle risse che disturbano la quiete dei cittadini, si aggiungono anche gli episodi di vandalismo, in particolare uno, legato al Coronavirus. 

A denunciare questo fatto è la costumista di produzioni televisive e cinematografiche, Fiorenza Cipollone, residente a Trastevere, che al Corriere della Sera racconta: “Sputano su maniglie e citofoni per attaccarti il Covid-19. Questi ragazzi sono energumeni e non riusciamo a fermarli. Le abbiamo provate tutte, con denunce a ripetizione,ma ci vorrebbe la Wehrmacht. Sono terrorizzata, barricata in casa. 

Gli episodi di violenza avvengono ogni singola notte e non soltanto nel fine settimana. Dalla periferia o anche da fuori Roma arrivano bande di ragazzini vestiti tutti uguali, come in Arancia meccanica, con al polso un pugno di ferro. Ci sono anche ragazzi per bene, certo. L’idiozia non prevede distinzioni di censo. E il risultato è sempre lo stesso: il minimo che possono fare è pisciarti sulla porta. Poi, se protesti, organizzano vere e proprie gare, prendendo la mira, e ti sputano sulla maniglia o sul citofono, con la speranza di attaccarti il Covid. È veramente un’indecenza!”.

Elisa Cinquepalmi 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net