giovedì, Dicembre 9, 2021
Home > Marche > Coronavirus, registrato un nuovo caso a Grottammare

Coronavirus, registrato un nuovo caso a Grottammare

coronavirus

GROTTAMMARE – E’ lo stesso sindaco di Grottammare, Enrico Piergallini, a darne comunicazione attraverso i social, ma dichiarando nel contempo che non si tratterebbe di un caso tale da destare una particolare preoccupazione.

“Ho ricevuto la notizia – scrive – che una nostra concittadina è risultata positiva al tampone della malattia COVID-19. Abbiamo già contattato i familiari per far sentire a tutti loro la nostra vicinanza e quella di tutti voi.

Per ora possiamo dire senza dubbio che non è una situazione preoccupante.

Innanzitutto perchè la persona che ha contratto il virus sta bene, non ha manifestato ad oggi alcun sintomo particolare.

Poi perché è un caso di rientro dall’estero che ha avuto contatti soltanto con i familiari. Posso precisare, inoltre, che il parente con il quale ha avuto contatti più stretti di convivenza si è già sottoposto al tampone ed è risultato negativo”.

E aggiunge: “Senza essere troppo indiscreto, posso dire infine che è una persona di una certa età: se fosse stata più giovane, più incline alla vita sociale, inserita in un ambiente lavorativo, avrebbe destato senz’altro maggiori preoccupazioni.

A questa nostra concittadina auguriamo dunque di guarire il più in fretta possibile. Tutta la città fa il tifo per lei!”

“Il fatto che questo nuovo caso – conclude – sia isolato e ben circoscritto dimostra comunque quello che le istituzioni ribadiscono fino allo sfinimento da giorni, anche contro le stupidaggini di irresponsabili negazionisti: il virus è ancora in circolazione.

Ciò non significa farsi prendere dal panico o dalla paura. È necessario più semplicemente e razionalmente continuare a proteggersi, come diligentemente abbiamo fatto nella fase più acuta: possiamo vivere bene comunque e godere appieno di questa estate anche rispettando i protocolli sanitari, continuando a mantenere le distanze e indossando la mascherina nei luoghi al chiuso – dove è obbligatoria – e comunque in tutti i luoghi più affollati. Non sono sacrifici impossibili da compiere…”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net