lunedì, Aprile 19, 2021
Home > Marche > Coronavirus, registrato un nuovo caso a Grottammare

Coronavirus, registrato un nuovo caso a Grottammare

coronavirus

GROTTAMMARE – E’ lo stesso sindaco di Grottammare, Enrico Piergallini, a darne comunicazione attraverso i social, ma dichiarando nel contempo che non si tratterebbe di un caso tale da destare una particolare preoccupazione.

“Ho ricevuto la notizia – scrive – che una nostra concittadina è risultata positiva al tampone della malattia COVID-19. Abbiamo già contattato i familiari per far sentire a tutti loro la nostra vicinanza e quella di tutti voi.

Per ora possiamo dire senza dubbio che non è una situazione preoccupante.

Innanzitutto perchè la persona che ha contratto il virus sta bene, non ha manifestato ad oggi alcun sintomo particolare.

Poi perché è un caso di rientro dall’estero che ha avuto contatti soltanto con i familiari. Posso precisare, inoltre, che il parente con il quale ha avuto contatti più stretti di convivenza si è già sottoposto al tampone ed è risultato negativo”.

E aggiunge: “Senza essere troppo indiscreto, posso dire infine che è una persona di una certa età: se fosse stata più giovane, più incline alla vita sociale, inserita in un ambiente lavorativo, avrebbe destato senz’altro maggiori preoccupazioni.

A questa nostra concittadina auguriamo dunque di guarire il più in fretta possibile. Tutta la città fa il tifo per lei!”

“Il fatto che questo nuovo caso – conclude – sia isolato e ben circoscritto dimostra comunque quello che le istituzioni ribadiscono fino allo sfinimento da giorni, anche contro le stupidaggini di irresponsabili negazionisti: il virus è ancora in circolazione.

Ciò non significa farsi prendere dal panico o dalla paura. È necessario più semplicemente e razionalmente continuare a proteggersi, come diligentemente abbiamo fatto nella fase più acuta: possiamo vivere bene comunque e godere appieno di questa estate anche rispettando i protocolli sanitari, continuando a mantenere le distanze e indossando la mascherina nei luoghi al chiuso – dove è obbligatoria – e comunque in tutti i luoghi più affollati. Non sono sacrifici impossibili da compiere…”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

One thought on “Coronavirus, registrato un nuovo caso a Grottammare

  1. Sì poi lo stesso nostro Sindaco approva una gara podistica che si svolgerà domenica 2 Agosto a Grottammare. Con l’arrivo di centinaia di atleti da tutta Italia e correranno sulla pista ciclabile e pedonale fra la gente che torna a casa dal mare alle 18.
    Bisognerebbe evitare gli assembramenti invece, come dice il decreto fino al 15 ottobre.
    Dalle 16 tutti di fronte allo chalet Nord-est.
    Queste sono le contraddizioni italiane. Nessuna gara su strada è autorizzata in Italia, solo se non c’è pubblico si fanno, come il calcio. Invece a Grottammare piena libertà. Non ci meravigliamo se poi diventiamo un focolaio e ci rimetteranno tutti dentro casa. Signor Piergallini, prima di approvare, deve chiedere alla cittadinanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *