martedì, Novembre 30, 2021
Home > Lazio > Roma, minaccia e prende a calci la porta della suocera, arrestato 48enne per tentata estorsione aggravata

Roma, minaccia e prende a calci la porta della suocera, arrestato 48enne per tentata estorsione aggravata


ROMA- “Me devi da i soldi, altrimenti ammazzo te e  tuo marito, ve brucio casa”.

Sarebbero state queste le parole pronunciate dal genero di 48 anni, che martedì pomeriggio nella zona di Palmarola, avrebbe preso a calci e pugni la porta della suocera al fine di estorcerle del denaro. 

Da diversi anni, l’uomo sempre dietro a minacce e violenze avrebbe sottratto alla moglie e la sua famiglia, circa diecimila euro, che gli sarebbero serviti per acquistare la droga. 

Stanca di questi continui maltrattamenti, la suocera ha chiamato le Forze dell’Ordine. 

Sul posto sono subito intervenuti gli agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti e del commissariato Primavalle. 

Alla vista dei poliziotti, il 48enne avrebbe continuato con il suo comportamento aggressivo. 

Addirittura, si sarebbe scagliato su di loro ferendoli con testate e calci. Dopo varie peripezie, l’uomo è stato bloccato e condotto in Commissariato, dove avrebbe danneggiato e staccato una finestra a vetri. 
A seguito di tale gesto, che si unisce agli altri reati, il 48enne è stato arrestato e portato al carcere di Regina Coeli con l’accusa di tentata estorsione aggravata, resistenza, minacce, lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento pluriaggravato. 

In questo momento, l’uomo è a disposizione dell’autorità giudiziaria, mentre in base al parere medico, gli agenti rimasti feriti durante il fermo dovrebbero guarire entro tre giorni. 

Elisa Cinquepalmi 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net