martedì, Dicembre 7, 2021
Home > Abruzzo > A14, tratto in salvo dopo ore il 27enne che minacciava di lanciarsi dal viadotto

A14, tratto in salvo dopo ore il 27enne che minacciava di lanciarsi dal viadotto

a24

Durante tutta la mattinata di ieri, una squadra dei vigili del fuoco di Roseto degli Abruzzi è stata impegnata sull’Autostrada A14, nel comune di Silvi, per portare soccorso ad una persona che minacciava il suicidio.

L’uomo, un 27enne del pescarese, dopo aver scavalcato la barriera new jersey del viadotto del Cerrano, si era messo in piedi sul cordolo di cemento del bordo esterno della carreggiata in direzione Nord e minacciava di lasciarsi cadere nel vuoto in un punto in cui il viadotto è alto circa 100 metri. Immediatamente la Sala Operativa 115 ha inviato sul posto i due cuscini di salvataggio gonfiabili in dotazione ai Comandi di Teramo e Pescara.

I vigili del fuoco hanno posizionato i due cuscini nel terreno agricolo sottostante il viadotto, sulla verticale dell’uomo che per diverse ore è rimasto in piedi sul muretto, aggrappato al tubolare metallico che sormonta il new jersey.

Dopo un lungo confronto con gli agenti della Polizia di Stato e alcuni operatori sanitari, l’uomo è stato tratto in salvo e l’emergenza è rientrata. Sul posto sono intervenute anche due ambulanze della Croce Rossa Italiana, una proveniente da Atri che ha operato sulla carreggiata dell’autostrada e l’altra partita da Pescara che è stata posizionata nella zona sottostante viadotto.

Per tutta la durata dell’intervento di soccorso l’autostrada è rimasta chiusa al traffico veicolare e si è formata una lunga coda di veicoli fermi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net