martedì, Gennaio 25, 2022
Home > Italia > Vincenzo Caravona (APS Incancellabili): “Non sfruttate i disabili per la campagna elettorale”

Vincenzo Caravona (APS Incancellabili): “Non sfruttate i disabili per la campagna elettorale”

vincenzo caravona

Vincenzo Caravona, dirigente dell’associazione incancellabili, risponde ad alcuni post pubblicati sul social network  facebook che citano testualmente: ”Molti invalidi civili percepivano una pensione di 250 euro mensili, ora riceveranno 648 euro, ma nessuno ne parla!”.

“Abbiamo notato – scrive-, nei giorni scorsi, alcuni post che esaltano l’aumento della pensione dei disabili come risultato politico.

Ebbene , questa affermazione è assolutamente inesatta, utilizzata per meri scopi elettorali e fini politici. Vogliamo precisare a costoro quali sono i requisiti per beneficiare del tanto decantato aumento, che vedrà solo una parte di disabili coivolta, ovvero chi è invalido ed ha un’età compresa tra i 18 e i 60 anni, in quanto i minorenni percepiscono assegno di frequenza e non assegno di invalidità; essere invalidi al 100%, un reddito personale entro gli 8.469,63 e reddito con coniuge di 14.447,42 euro.

E’ bene precisare, inoltre, che l’adeguamento non è stato certamente una scelta del Governo o una proposta dalla minoranza, ma è dovuta ad una sentenza della Corte d’Appello di Torino, sezione lavoro, che ha dichiarato incostituzionale la somma di 250 euro mensili per i disabili. Nello specifico si tratta di un procedimento civile introdotto da un cittadino Italiano per mezzo del suo tutore contro l’INPS, nell’anno 2016. Una sentenza storica che tuttavia non ha impedito il crearsi di invalidi Civili di serie A e di serie B, questo perché, come da noi spesso ricordato, ha penalizzato gli Invalidi Civili non totali che pure hanno gravi patologie e risultano ancora non collocati nel mondo lavorativo, percependo un pensione mensile di 286,81.

La nostra Associazione rilancia l’invito di tenere fuori dagli slogan politici la nostra categoria, già provata dalle scellerate scelte dei governi e della politica. Si sono dimenticati di noi prima e dopo il lockdown, ora se ne ricordano in prossimità delle elezioni, usando anche notizie false. E’ vergognoso”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net