giovedì, Ottobre 22, 2020
Home > Marche > Francesco Acquaroli stravince: le Marche passano al centrodestra

Francesco Acquaroli stravince: le Marche passano al centrodestra

francesco acquaroli

E’ ufficiale: è Francesco Acquaroli il nuovo governatore delle Marche. Dopo lo scrutinio di 1.515 sezioni elettorali marchigiane su un totale di 1.576 , queste le percentuali dei voti assegnati ai candidati presidenti, rilevate dall’Ufficio elettorale della Regione Marche.

Francesco Acquaroli (RicostruiAmo le Marche): 49,16%


Maurizio Mangialardi (Insieme Marche): 37,25%


Gian Mario Mercorelli (Movimento 5 Stelle): 8,63%


Roberto Mancini (Dipende da Noi): 2,30%


Fabio Pasquinelli (Lista Comunista! Per le Marche): 1,40%


Sabrina Paola Banzato (Vox Italia-Marche): 0,56%


Anna Rita Iannetti (Movimento 3V Libertà di scelta): 0,54%


Alessandra Contigiani (Riconquistare l’Italia): 0,16%

Il testimone passa quindi da Luca Ceriscioli a Francesco Acquaroli, e le Marche passano al centrodestra.

“Un risultato storico, grazie al quale vogliamo recuperare la frattura tra istituzioni e territorio, per dare risposte concrete e attese dalla comunità marchigiana”. Sono le prime parole da governatore delle Marche che il nuovo presidente della Regione, Francesco Acquaroli, ha pronunciato nella sala stampa allestita a Palazzo Leopardi.

Un saluto e un ringraziamento, accompagnati dall’anticipazione delle priorità che guideranno il nuovo esecutivo: “Ricostruzione; impegno per superare la crisi economica; una riforma sanitaria rispondente, con equilibrio, alle esigenze di tutti i territori; lavoro; dialogo forte con il mondo produttivo, l’associazionismo professionale e le parti sociali. Sarà un dialogo importante per tutta la regione, che sottolineerà lo spirito con cui ci approcciamo a parlare con i cittadini, convinti che, i prossimi, saranno cinque anni avvincenti. Anni sicuramente difficili, perché difficile è la situazione generale.

Ma siamo convinti che quando si agisce per recuperare un rapporto e rilanciare una visione, saranno in tanti a darci una mano. Un grazie a tutti i marchigiani che ci hanno sostenuto e spinto, che hanno voluto puntare su un cambiamento, testimoniato dalla crescita dell’affluenza alle urne e dal voto che, per la prima volta, hanno voluto darci. Ci sentiamo responsabili e vogliamo mostrare loro tutta la nostra responsabilità con il nostro impegno e il nostro lavoro”.

“Mi complimento con Francesco Acquaroli, gli auguro buon lavoro. Avrà un’opposizione sicuramente competente, faremo di tutto per cercare di mettere in campo le azioni indispensabili per la nostra regione”.

Così il candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Marche, Maurizio Mangialardi, battuto dal candidato del centrodestra. Mangialardi ha indicato i “jingle negativi di sanità e terremoto” come argomenti chiave per la sconfitta ma anche “azioni concomitanti politiche come il mancato accordo con il M5s per narcisismo e protagonismo anche personale, hanno segnato anche nello spirito collettivo il risultato”.
   

“Sapevo che la missione era complicata, – ha affermato – partivamo da -20 alle Europee. Il centrosinistra ce l’ha messa tutta, ce l’ho messa tutta anch’io, non ho lasciato nulla di intentato” “Troppe le cose che abbiamo fatto difficoltà a far transitare, – ha aggiunto – la crisi economica, il fallimento della nostra banca (Banca Marche, ndr), il terremoto, la gestione complicata della sanità….”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *