venerdì, Febbraio 26, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per il Grande Teatro in TV di Durrenmatt del 28 ottobre alle 15.40 su RAI 5: “Romolo il Grande”

Anticipazioni per il Grande Teatro in TV di Durrenmatt del 28 ottobre alle 15.40 su RAI 5: “Romolo il Grande”

romolo il grande

Anticipazioni per il Grande Teatro in TV di Durrenmatt del 28 ottobre alle 15.40 su RAI 5: “Romolo il Grande

Romolo il Grande (1971) - YouTube

Per il Grande Teatro in TV in onda oggi giovedì 28 ottobre alle 15.40 su Rai 5 Romolo il Grande” di Friedrich Dürrenmatt diretto da Daniele D’Anza e con Paolo StoppaAnnamaria GuarnieriArnoldo Foà e Stefano Satta Flores nella versione andata in onda nel 1971 sulla Rai.

Romolo il Grande (tedesco: Romulus der Große) è una commedia in quattro atti in lingua tedesca di Friedrich Dürrenmatt scritta nel 1949.

Ambientata nel 476, il 15 e 16 marzo, narra della caduta dell’Impero romano d’Occidente, attesa e accolta con disinteresse dal suo ultimo imperatore, Romolo Augusto.

L’Impero romano è allo sfascio: Il prefetto della cavalleria Spurio Tito Mamma, porta cattive notizie da Pavia sotto assedio e l’ultimo messaggio del generale romano Flavio Oreste all’imperatore Romolo Augusto. Il quale, disgustato dai fasti del passato, sembra quasi compiacersi della marcia trionfale che accompagna la calata dei germani verso Roma, sotto la guida di Odoacre. Le casse imperiali sono vuote ma Romolo non sembra curarsene. Se ne sta alla larga da Roma nella residenza estiva in Campania, e si dedica serenamente, nella propria villa, alla pollicultura.

Invano, il ricchissimo Cesare Rupf, eccelso fabbricante di calzoni, di origine germana, offre a Romolo un’occasione d’oro per salvare l’Impero: propone milioni di sesterzi ed il respingimento immediato dei barbari in cambio della figlia dell’imperatore, Rea, e di una salvifica fusione fra impero romano e la propria ditta. Romolo, incredibilmente, rifiuta l’offerta sia perché non approva che sua figlia sia costretta a sposare un uomo, sia perché il suo vero scopo non è quello di salvare l’impero.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *