lunedì, Ottobre 18, 2021
Home > Italia > Legge Zan, ok della Camera. Il centrodestra: “E’ liberticida”

Legge Zan, ok della Camera. Il centrodestra: “E’ liberticida”

zan

 ROMA – Il Parlamento dice sì al testo della legge Zan. “Con 265 voti favorevoli abbiamo approvato alla Camera la legge contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo. Quello che esce dalla Camera per approdare al Senato è un testo ampio, avanzato ed efficace contro le discriminazioni e le violenze, di cui siamo davvero orgogliosi.

Questo risultato è frutto di un lungo lavoro di confronto con le associazioni lgbt+ e femministe, che voglio ringraziare per i preziosi input che hanno saputo dare dal loro ruolo di terzietà rispetto alla politica. Inoltre sono stati davvero preziosi i contributi arrivati dalle colleghe e dai colleghi – non solo di maggioranza – che hanno arricchito il testo di legge.

Il nostro obiettivo è combattere fenomeni violenti e discriminatori, colmando un ritardo che si protrae da decenni: questa legge lo centra. Ora inizieremo l’iter al Senato, dove continueremo questa battaglia di civiltà fino all’approvazione finale in tempi rapidi. Dedico questa prima vittoria a tutte quelle persone che quotidianamente subiscono violenze e discriminazioni per chi sono e per chi amano.” Così Alessandro Zan, deputato PD e relatore del provvedimento (in foto).

“Mentre la scuola – attacca invece la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni – è nel caos, mancano i professori e i docenti di sostegno, gli spazi sono insufficienti, la didattica a distanza è un disastro, cosa fa la maggioranza nel Palazzo? Parla di temi surreali e oggi con il ddl Zan istituisce addirittura la Giornata dell’indottrinamento gender, anche alle elementari. La furia ideologica del Pd e del M5S non ha limiti”.

Secondo il centrodestra si tratta di una legge “liberticida”, che va ad introdurre il “reato di opinione” sulle questioni legate al sesso e al genere.

“La legge sul contrasto della discriminazione – scrive il presidente della Camera, Roberto Fico – e della violenza per motivi legati al sesso, al genere, all’orientamento sessuale, all’identità di genere e alla disabilità è stata approvata dalla Camera. I favorevoli sono stati 265, i contrari 193.Un passo importante. Ho firmato la legge per la sua trasmissione al Senato, cui tocca adesso l’esame”.

L’approvazione dell’articolato passa ora infatti, in seconda lettura, all’esame del Senato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net