giovedì, Gennaio 27, 2022
Home > Abruzzo > Lanciano, 18enne finito in coma dopo pugno trasferito nelle Marche

Lanciano, 18enne finito in coma dopo pugno trasferito nelle Marche

movida violenta

LANCIANO – Per lui la prognosi è attualmente di 90 giorni. Le sue condizioni sembrano essersi stabilizzate, tanto che, nella giornata di oggi, è stato trasferito dal reparto di rianimazione dell’ospedale di Pescara ad una struttura riabilitativa di Porto Potenza Picena (Macerata).

Sta meglio, quindi, il 18enne di Lanciano (Chieti) che nella notte tra il 17 e il 18 ottobre era rimasto vittima di una brutale aggressione, nell’area dell’ex stazione Sangritana. Colpito con un pugno alla testa, il ragazzo era finito in condizioni gravissime all’ospedale di Pescara, dove è stato sottoposto ad intervento neurochirurgico. In relazione alla terribile vicenda risultano indagate cinque persone, tre maggiorenni e due minorenni, sulle quali pende l’accusa di lesioni gravissime.

Nel momento in cui ha avuto luogo l’aggressione, il 18enne si trovava in compagnia di due amici. Il 18enne ha ricevuto un pugno in testa ed è stato soccorso dai compagni, che erano riusciti in qualche modo a sfuggire alla furia dell’altro gruppo. Portato a casa, erano quindi stati allertati i soccorsi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net